IL PIANISTA VOLANTE - Paolo Zanarella suona "sopra" San Marco

EMBED
Il pianista sospeso che cambia il mondo. A partire dal suo. Perché Paolo Zanarella non è solo un musicista. Un giorno ha deciso che, tra gli studi di teologia e il suo lavoro di consulente di ingegneria meccanica per i brevetti, avrebbe scelto di dedicare il suo tempo a ciò che lo fa sentire bene: la sua musica sui tasti bianchi e neri. E’ già conosciuto in Veneto per le sue esibizioni da “pianista fuori posto”. Oggi ha inaugurato il Carnevale di Venezia con una performance suggestiva che ha sfidato il rigido termometro e i timidi fiocchi di neve. Issato sopra a una struttura metallica, imbragato al seggiolino, il pianista fuori posto ha suonato il pianoforte come niente fosse: invece era sospeso a diversi metri di altezza sopra il Canal Grande a Venezia, proprio davanti al campanile San Marco. A guidare la gru c’era Giovanni che per la prima volta si è cimentato nel pilotare i movimenti di un pianista e del suo strumento. Lo ha guidato su e giù, fino a far sfiorare l’acqua alle gambe del pianoforte, per poi risollevarlo in alto e farlo volteggiare. Molti brividi, anche di emozione per un concerto unico nel suo genere. Video servizio di Alessandra Borella