Terni, botte da orbi tra stranieri e giovani ternani annoiati che fanno danni in centro: Sette denunce in poche ore

Venerdì 25 Novembre 2022 di Nicoletta Gigli
Terni, botte da orbi tra stranieri e giovani ternani annoiati che fanno danni in centro: Sette denunce in poche ore

TERNI - Prima una rissa esplosa fra tre stranieri a Borgo Bovio, con l’intervento dell’ambulanza per soccorrere un nigeriano che aveva una ferita alla testa.

Qualche ora dopo la violenza gratuita di tre ragazzi e una ragazza che, in pieno centro, hanno infierito contro le fioriere e i cestini dei rifiuti prima di essere fermati dalla polizia e denunciati per le loro gesta notturne in corso Vecchio.

L’episodio più violento nel tardo pomeriggio di mercoledì, in via Campriani, a due passi dal parco Rosselli, quando al numero d’emergenza sono arrivate le richieste d’intervento per un gruppo di uomini che si stavano picchiando in mezzo alla strada. In terra, con una ferita alla testa, un nigeriano, che continuava a discutere con altri due stranieri.

Immediato l’arrivo della volante e dell’ambulanza, che ha soccorso l’extracomunitario e l’ha portato in ospedale.

Agli investigatori il compito di ricostruire i contorni della rissa, che ha messo in allarme i residenti costretti ad assistere alla scena violenta. Emerge che il nigeriano, medicato al “Santa Maria” per le contusioni causate da una sassata alla testa, ha iniziato a litigare col suo datore di lavoro, un romeno che vive a Terni, accusato di non avergli pagato lo stipendio. Dalle parole ai fatti il passo è stato breve. Nella rissa si è inserito anche un dominicano, collega del nigeriano che ha avuto la peggio. Le differenti versioni fornite alla polizia, col datore di lavoro che ha raccontato di essere stato preso a pugni dal suo dipendente e di essere stato costretto a difendersi, sono costate una denuncia a tutti e tre. Il romeno e il dominicano devono rispondere di lesioni personali pluriaggravate, il nigeriano ferito di percosse.

Qualche ora dopo la violenza gratuita di quattro ternani contro gli oggetti che si sono trovati di fronte camminando in corso Vecchio. Hanno rotto le fioriere in cemento, sradicato le piante, rovesciato il contenuto dei recipienti della differenziata spaccandone uno e distrutto un faretto che segnalava la presenza di un cantiere.  

Anche in questo caso sono stati i residenti, allarmati dagli schiamazzi e dai rumori che arrivavano dalla strada nel cuore della notte, a chiamare la polizia e descrivere con dovizia di particolari gli autori dei danneggiamenti.

Immediato l’arrivo dei due equipaggi della squadra volante impegnati nel turno di notte che, dopo aver constatato i danni lasciati dai quattro, si sono messi a dar loro la caccia.

Accanto al cassonetto rotto il documento d’identità di uno del gruppo. I tre giovani e la ragazza vengono bloccati in via di Porta San Giovanni mentre cercano di allontanarsi con un’auto. Per tutti la denuncia per danneggiamento aggravato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA