Honor 10, arriva in Italia lo smartphone con intelligenza artificiale alla portata di tutti

PER APPROFONDIRE: honor, honor 10, smartphone
Honor 10, smartphone con
intelligenza artificiale per tutti

di Francesco Malfetano

LONDRA - Il nuovo smartphone flagship di Honor è ufficialmente sbarcato in Europa. Nella cornice vittoriana dell’Old Billingsgate Market di Londra, quello che è stato il più grande mercato del pesce del XIX secolo, Honor 10 conferma l’ambizione dell’azienda cinese a voler offrire le tecnologie più innovative a un prezzo competitivo. L'immancabile tacca, due fotocamere posteriori, un design accattivante che ha già riscosso un discreto successo con i "cugini" di Huawei, l’implementazione dell’intelligenza artificiale, un colore che cambia a seconda della luce e qualche polemica legata alla memoria ram.
 
 

VERSIONI E PREZZI
Come annunciato sul palco da George Zhao, presidente di Honor: «Crediamo che la ricetta del successo sia semplice: dare ai consumatori un prodotto davvero buono». Il processo di crescita dell’azienda cinese mira a raggiungere la «top 5 dei produttori di smartphone in tre anni, e la top 3 in cinque». Un progetto ambizioso, come sottolineato dal palco londinese da Zhao, che trova conferme nell’enorme successo raggiunto in patria, dove Honor è lo smartphone più venduto. E gli sforzi dell’azienda parte del gruppo Huawei si vedono. “Dieci” ha le caratteristiche per diventare uno dei best-buy del 2018. Il punto forte è rappresentato dal rapporto qualità-prezzo davvero vantaggioso: le due versioni che arriveranno sul mercato italiano (4+64 GB e 4+128 GB) costeranno rispettivamente 399€ e 449€. La versione con più memoria integrata sarà però disponibile esclusivamente sullo store online dell’azienda cinese, e per chi deciderà di acquistarlo entro il 20 maggio, c’è uno sconto di 30€ al momento della registrazione.

CARATTERISTICHE TECNICHE
Ma andiamo con ordine. Honor 10 è alimentato da un processore integrato con una NPU (Neural Processing Unit) indipendenti. Sotto la scocca nasconde il SoC Kirin 970, lo stesso motore che si trova su Huawei P20 e P20 Pro. A stupire davvero non è però la capacità di calcolo elevatissima - nonostante i 4GB di ram che lasciano un po’ l’amaro in bocca - l’ultimo arrivato in casa Honor colpisce per il suo design ricercato: un punto a favore, anche rispetto a dispositivi più blasonati, è l’assenza di qualsiasi tasto fisico nella parte frontale. Il sensore di impronte digitali a ultrasuoni è posizionato sotto il corpo in vetro restituendo un design pulito che esalta il display FullView FHD+ da 5.84 pollici. Lo schermo con proporzione 19:9 segue le tendenze del momento e vanta un rapporto tra display-corpo dell’86%, ma soprattutto è dotato dell’irrinunciabile notch, la “tacca” che domina la parte frontale.

Continuando l’analisi estetica, “Dieci” è dotato dell’ormai tradizionale Aurora glass. La differenza sostanziale rispetto alle precedenti versioni è che la scocca posteriore è realizzata con 15 strati di vetro 3D. Questa soluzione rende i colori cangianti a seconda della luce a cui sono esposti donando allo smartphone un’aura molto affascinante. Disponibili sia le colorazioni Midnight Black e Glacier Grey - già viste in casa Honor - che 2 nuove combinazione di colori: Phantom Blue e Phantom Green. Entrambe le versioni Phantom sono il risultato della fortunata collaborazione tra il colosso cinese e il Paris Aesthetics Center, un istituto internazionale di moda per i principali professionisti del design. Uno dei componenti del team francese ha preso parte alla presentazione del 15 maggio sottolineando come per il design e i colori di Honor 10 si siano ispirati «al movimento di luci e colori che si trova in città dinamiche e giovani, proprio come Londra». Menzione d'onore per l'azienda cinese riguardo la presenza del compianto jack audio da 3.5, eliminato da molti concorrenti compresa Huawei.

LA FOTOCAMERA
Il capitolo fotocamere merita un approfondimento. Senza dubbio l’azienda ha puntato forte sul comparto fotografico e - senza far riferimento a colossi come il “cugino” Huawei P20 pro - questa premia Honor, portando di diritto Dieci tra le fila degli aspiranti top di gamma. La doppia fotocamera posteriore da 24+16 megapixel, ottimizzata dall’AI, è capace di riconoscere più di 500 scenari in tempo reale riconducendoli a 22 categorie. La tecnologia sviluppata da Honor individua in tempo reale i contorni di vari oggetti circostanti, più o meno definiti, come cielo, piante, persone o anche una cascata. Vera novità è la cosiddetta segmentazione dell’immagine semantica che, per la prima volta, consente a uno smartphone di individuare più oggetti all’interno di un singolo scatto. La fotocamera anteriore è sicuramente meno prestante ma grazie all’AI svolge un ottimo lavoro: l’obiettivo supporta il riconoscimento facciale 3D grazie al quale riesce ad ottimizzare i dettagli del viso. Questa precisione si traduce in selfie di qualità e un effetto bokeh molto accurato.

IL SISTEMA OPERATIVO
Per quanto riguarda la parte software, Honor 10 è dotato di Android Oreo, ultima versione rilasciata da Big G, mutuata dall’interfaccia EMUI 8.1. Inoltre dispone della funzione Easy Talk, che riduce il rumore di fondo con l’uso di auricolari o vivavoce in un ambiente ventoso e aumenta il volume dei sussurri durante conversazioni a tono basso. Caratteristiche già molto apprezzate sui modelli Huawei. Confermatissimo anche il sistema di ricarica Honor Super Charge 5V/4.5A con batteria da 3.400 mAh, in grado di ricaricare il 50% della batteria in soli 25 minuti.

LE POLEMICHE
Il day one europeo di Honor 10 - già svelato da alcune settimane in Cina - è però stato accompagnato da qualche polemica. Il motivo è che alcune delle caratteristiche tecniche delle versioni pensate per il Vecchio Continente sono inferiori rispetto a quelle degli smartphone già in vendita nel mercato asiatico. La RAM è infatti stato ridotto da 6 a 4 GB per il mercato europeo È stata invece smentita l’indiscrezione che avrebbe voluto una riduzione anche della capacità della batteria: Honor 10 ha a disposizione 3.400 mAh, e non 3.340 come le stesse voci avevano riportato. Smentita anche la presenza dello stesso processore presente sulla versione precedente di Honor.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Maggio 2018, 16:23






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Honor 10, arriva in Italia lo smartphone con intelligenza artificiale alla portata di tutti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti