Boxe, il sogno mondiale di Magnesi: venerdì il match che vale il titolo Ibo

Martedì 3 Novembre 2020 di Andrea Gionti

Il suo soprannome è Lonewolf, il lupo solitario. È tra i migliori prospect italiani, ma il suo sogno nel cassetto è soltanto uno: salire sul tetto del mondo. Un desiderio che il 25enne boxeur Michael Magnesi vuole coronare venerdì sera - 6 novembre - quando alle 21 (diretta Sportitalia) salirà sul ring del Palazzetto dello Sport di Fondi per tentare l'assalto al titolo iridato IBO dei pesi superpiuma. L'avversario è il 37enne fighter africano (è ruandese), ma residente in Svizzera, Patrick Kinigamazi, imbattuto dal 2013, senza sconfitte su 17 match in carriera e già campione mondiale IBF. Tra loro ben 12 anni di differenza (12 saranno anche le riprese), in una sfida ad alto livello che metterà di fronte gioventù contro esperienza. Il talento nativo di Palestrina, cresciuto a Cave e residente a Civitavecchia, si sta allenando duramente, seguito sul piano tattico dal coach Mario Massai e per la parte atletica dal suocero Silvio Branco. «Mi sento in forma come non mai - avverte - Non vedo l'ora di battermi per il titolo contro un pugile che come me ama combattere sulla corta distanza, il mio terreno in pratica visto che sono più basso. Sarà un'emozione anche farlo a Fondi, che è diventata la mia seconda casa grazie ai tanti amici che mi stanno sostenendo con passione in questa avventura». La città pontina, dove vive il suo main sponsor Roberto Massarone, che insieme alla promoter e moglie di Magnesi, Alessandra Branco della A&B Events (figlia di Silvio e nipote di Gianluca, due leggende del pugilato), ha organizzato la riunione con la BBT Promotion di Davide Buccioni. «E' un appuntamento che rappresenta una rinascita per la nostra boxe - sottolinea Alessandra Branco - Stiamo vivendo un momento difficile, ma con tanti sforzi dopo oltre 11 anni siamo riusciti a riportare in palio nel nostro Paese una cintura mondiale».

Vedi anche > Eccellenze dello sport, premiati atleti e società in Provincia

L'ultima risale al 2009 e vide protagonista il meneghino Giacobbe Fragomeni, che per un periodo scelse come base operativa il Centro Coni di Formia, seguito da Patrizio Oliva e che, riusci a difendere la sua cintura.
Michael vanta un curriculum altisonante: campione italiano, Mediterraneo Ibf, Intercontinentale Ibo e Internazionale Wbc Silver all'interno di una carriera da professionista iniziata da cinque anni. Nel sottoclou di venerdiin programma altri tre incontri di cui due validi per il Torneo delle Cinture e l'incontro femminile tra la romana Anna Lisa Brozzi e la britannica Jaime Louise Wallis.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA