Eurovision 2022, record di ascolti per la prima serata. Tutti i classificati alla finale

Mercoledì 11 Maggio 2022
Eurovision 2022, gli ucraini Kalush volano in finale ecco tutti i classificati

Record d'ascolti per la prima serata dell'Eurovision contest 2022 (5.507.000 con il 27% di share). La band Ucraina "Kalush Band" con il brano "Stefania" conquista il pubblico di Torino e vola alla finale. Tornerà sul palco della finale di sabato 14 maggio insieme agli altri 10 paesi che verranno scelti giovedì nella seconda semifinale, i "finlisti di diritto" Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e Italia e gli altri 10 cantanti che ieri sera si sono classificati per la serata più attesa.

Tra i 16 brani partecipanti alla prima semifinale dell'Eurovision si sono classificati ieri sera Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia, Olanda.

 

Chi sono i Kalush, la band Ucraina in finale all'Eurovision

La Kalush Orchestra è una band ucraina formatasi nel 2019 composta da Oleh Psyuk, Ihor Didenčuk e MC Kilimmen. La loro canzone "Stefania" spazia tra folk, pop e rap in un mix di generi e suoni che fa ballare e allo stesso tempo emoziona.  Il brano racconta la protezione tra le braccia della mamma e le care parole sussurrate al bambino in passato ed era stata scritta dal cantante Psyuk per la madre. Tuttavia, con lo scoppio del conflitto è diventata inevitabilmente un inno alla "madre patria"  e alla pace, come testimonia la frase "troveremo la strada di casa anche se tutte le strade sono distrutte".  Un messaggio di speranza che ha portato il singolo tra le candidate alla vittoria finale della competizione, a pari merito con "Brividi" di Blanco e Mahmood.

Eurovision, le band classificate per la finale

Ieri sera al palco del Palaolimpico di Torino tanto folklore e qualche incursione rock e cantautoriale nella della scaletta dei 16 artisti in gara nella prima semifinale: Intelligent Music Project con 'Intention' (Bulgaria), S10 con 'De dieptè (Paesi Bassi), Zbod si Zdub & Fratii Advahov con 'Trenuletul' (Moldavia), Maro con "Saudade, Saudade" (Portogallo), Mia Dimsic con 'Guilty pleasurè (Croazia), Reddi con 'The show' (Danimarca), LUM!X ft. Pia Maria con 'Halò (Austria), Systur con 'Meo haekkandi sol' (Islanda), Amanda Georgiadi Tenfjord con 'Die together' (Grecia), Subwoolfer con 'Give that wolf a bananà già tormentone sui social (Norvegia) e Rosa Linn con 'Snap' (Armenia). 

I Kalush sono saliti sul palco come sesti cantanti in gara, dopo la concorrente Albanese e dopo Citi Zeni con 'Eat your salad' (Lettonia), Monika Liu con 'Sentimentaì (Lituania), Marius Bear con 'Boys do cry' (Svizzera), LPS con 'Diskò (Slovenia). 

Alla fine i classificati della serata sono stati 10: Svizzera, Armenia, Islanda, Lituania, Portogallo, Norvegia, Grecia, Ucraina, Moldavia, Olanda. Giovedì la seconda semifinale, con gli altri dieci artisti che conquisteranno la serata di sabato. In gara anche Achille Lauro per San Marino e Emma Muscat per Malta.

Diodato si prende la rivincita sulla pandemia, omaggio alla dance italiana di Dardust e Benassi 

Ospiti della serata Dardust con Benny Benassi e Sophie and The Giants per un omaggio alla dance italiana ma anche Diodato che si prende la rivincita sulla pandemia. Mentre Dardust con Benny Benassi e Sophie and The Giants propongono un medley che valorizza le hit della musica dance ed elettronica italiana, intitolato 'The Dance of Beauty, Diodato canta 'Fai rumorè, il brano con cui vinse il Festival di Sanremo nel 2020 ma che non portò sul palco dell' Eurovision a causa della pandemia (si tenne un'edizione virtuale alla quale l'artista pugliese partecipò cantando da un'Arena di Verona deserta). La performance di Diodato, giocata come un racconto dall'isolamento al ritorno alla condivisione, entusiasma il Palaolimpico con la platea che canta in coro e una lunga ovazione finale.

Ultimo aggiornamento: 10:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA