Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Att. Produttive: Bini, recupero ex-Dormisch fa crescere Udine

Martedì 28 Giugno 2022
Nuova sede Mits esempio di alleanza vincente tra pubblico e privato Udine, 28 giu - "Con il recupero del complesso industriale dell'ex birrificio Dormisch si restituisce alla città un'area importante, che verrà resa non solo funzionale e utile ma anche bella e di richiamo. È la prova che quando pubblico e privato collaborano, si conseguono risultati importanti: grazie a un ambizioso progetto di rigenerazione urbana, nella corte di Porta Villalta sorgeranno ampi spazi per l'alta formazione mirata dei nostri giovani. È un progetto, insomma, che parla di futuro e di innovazione: la Regione non può che plaudere a questa importante iniziativa". Lo ha sottolineato l'assessore regionale al Turismo e alle Attività Produttive Sergio Emidio Bini, intervenuto questa mattina alla presentazione del progetto preliminare di recupero dell'area ex-Dormisch di Udine da parte della società Danieli di Buttrio, illustrazione che si è tenuta nella sede dell'ex Mercato del pesce di Udine alla presenza del sindaco del capoluogo friulano, Pietro Fontanini, del presidente e amministratore delegato del gruppo Danieli, Gianpietro Benedetti, dell'architetto Marco Zito, che ha curato il progetto, e di una rappresentanza degli studenti del Mits. "Un progetto di questa portata racconta la passione che gli imprenditori del nostro Friuli Venezia Giulia hanno per la loro terra - ha fatto notare Bini -. Ne è un esempio Danieli che, oltre a portare alto in tutto il mondo il nome della nostra regione, investe per lo sviluppo del territorio dove ha il suo cuore pulsante. Lo fa, tra l'altro, puntando con decisione sulle nuove generazioni e sulla formazione specializzata" Il piano di rigenerazione dell'ex-Dormisch, finanziato dal gruppo Danieli, prevede infatti la realizzazione di una nuova sede per il Mits, l'Istituto tecnico superiore "Nuove tecnologie per il made in Italy" Malignani di Udine: un percorso biennale post diploma che si articola tra studio in classe, ore in laboratorio e stage in azienda. Le competenze dei tecnici superiori Mits sono molto ricercate nel mercato del lavoro, con una percentuale media di occupazione in Friuli Venezia Giulia - certificata da Indire - superiore al 90%, con punte del 100% in ambito meccatronico e aeronautico. "Il progetto - ha sottolineato l'esponente della giunta - ha il pregio di rispondere a una delle sfide del nostro tempo: la mancanza di manodopera specializzata. In Germania l'alta formazione degli istituti tecnici superiori è già molto diffusa; in Italia, invece, c'è ancora terreno da recuperare. In questo senso, il Friuli Venezia Giulia ha già avviato un percorso virtuoso, che vede i nostri Its ai vertici delle classifiche nazionali". Per questo, l'assessore regionale al Turismo e alle Attività Produttive ha voluto congratularsi con i giovani studenti intervenuti durante la presentazione del progetto per raccontare il loro percorso di specializzazione post-diploma: "Ancora prima di concludere gli studi biennali del Mits, hanno già ricevuto offerte di lavoro, grazie a una formazione basata sul learning by doing e portata avanti da docenti qualificati provenienti dal mondo dell'industria. Un modello di formazione, quello degli Its, su cui la Regione vuole puntare con decisione". ARC/PT/gg
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci