L'opposizione del Lido: «Rafforzare le corse per le isole»

Venerdì 6 Agosto 2021
L'opposizione del Lido: «Rafforzare le corse per le isole»

LIDO
I problemi del sistema di trasporto pubblico locale nella navigazione finiscono sotto attacco dal centrosinistra. Sono due posizioni molto chiare quelle espresse, in altrettanti documenti, dal Partito Democratico Metropolitano e in consiglio comunale, Gravi disagi nei trasporti a Murano, Burano Lido scrive il Pd - serve potenziare immediatamente le corse. Stiamo vivendo una situazione totalmente indecente. Giù le mani dal servizio pubblico di navigazione hanno aggiunto i consiglieri e le consigliere di centrosinistra al Lido e Pellestrina formulando alcune proposte per migliorare la situazione: I disservizi sono ormai quotidiani e coinvolgono tutti gli utenti scrive il Pd - residenti, pendolari e turisti, dando agli occhi del mondo una pessima immagine della città. È così che l'amministrazione comunale pensa di attrarre un turismo di qualità? Il tutto per la progressiva disgregazione di un servizio pubblico in cui il sovraffollamento dei mezzi, i ritardi e le corse saltate sono ormai la normalità. Elencati alcuni disservizi registrati in questi giorni: dai collegamenti saltati tra le isole e il centro storico, in particolare a Murano, Burano e Lido alle code (e assembramenti) di residenti e turisti sotto il sole nell'attesa di mezzi che arrivano già stracolmi lasciando a terra le persone. La minoranza di centrosinistra in municipalità lancia alcune proposte a partire dall'immediato ripristino dell'orario estivo, l'uso della motonave per la linea 14 di navigazione, il ripristino delle corse notturne del ferry tra il Lido e il Tronchetto, una programmazione adeguata in vista della ripresa dell'anno scolastico a partire dal 13 settembre. Chiesta, dai consiglieri di minoranza, l'assunzione di personale Actv per riempire le carenze di organico, e la continuità di un collegamento diretto, anche in orario serale e notturno, tra il Lido e l'ospedale civile inserendo questa tratta tra quelle garantite anche in caso di nebbia o di sciopero. I consiglieri hanno anche ribadito come, a loro giudizio, il servizio di trasporto pubblico debba essere sempre garantito da Actv e non dato in appalto ad altre aziende o compagnie private di trasporto. Una serie di richieste che alimentano un dibattito diventato ormai di fuoco quest'estate.
Lorenzo Mayer
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA