Il Comune attende Anas per discutere del ponte

Sabato 15 Giugno 2019
VIABILITÀ
ROVIGO Il Comune attende di sapere quali saranno gli sviluppi riguardo la manutenzione del ponte della Statale 16 tra Boara Polesine e Boara Pisani. Il sindaco Edoardo Gaffeo, senza perdere tempo, ha immediatamente iniziato a interessarsi insieme ai suoi uffici di questo cantiere che a quanto pare inizierà entro la fine dell'anno e durerà almeno un mese. L'obiettivo dell'amministrazione comunale appena insediata è di evitare, nel miglior modo possibile, i disagi che un cantiere su una strada come quella, che collega le province di Rovigo e Padova, potrebbe procurare se non gestito nella maniera più adeguata.
È da anni che si susseguono le voci sulla necessità di mettere mano al vecchio ponte sull'Adige. La struttura è sollecitata dal quasi ininterrotto passaggio di mezzi durante tutta la giornata e in passato i sindaci di Boara Pisani avevano chiesto all'Anas di intervenire per sistemarlo definitivamente. Sono molti i rodigini che utilizzano quel passaggio per raggiungere il vicino casello autostradale, oppure, per chi proviene da Padova, proprio per raggiungere il capoluogo polesano. Il problema è che per via della sua importanza viaria, si è continuamente posticipato qualsiasi tipo di intervento che durasse più dello spazio di qualche ora.
VERIFICHE
L'ispezione che è stata eseguita a inizio mese è solo l'ultima delle numerose finora portate avanti dall'Anas, che sta effettuando una campagna di indagini sull'impalcato del ponte. Queste analisi accompagnano gli studi preliminari, in corso di svolgimento, necessari per definire al meglio le varie ipotesi progettuali alla base dei futuri interventi di riqualificazione del ponte da valutare, vista l'importanza strategica dell'opera, con le amministrazioni locali. Per questo motivo Gaffeo, appresa la necessità di mettere mano al ponte, attende sviluppi dall'Anas per affrontare il problema della viabilità, che però non ha ancora specificato cosa accadrà nei prossimi sei mesi.
LA RICHIESTA
Il suo consigliere comunale Graziano Azzalin (Pd), in qualità anche di consigliere regionale, ha chiesto che Autostrade per l'Italia renda gratuito l'utilizzo del tratto di A13 tra i caselli di Rovigo e di Boara-Rovigo Nord, oltre a suggerire di prendere in considerazione l'idea di realizzare una nuova viabilità per attraversare l'Adige: «La manutenzione del ponte di Boara sia l'occasione anche per affrontare il vero tema, quello di un nuovo ponte, con gli accessi stradali rivisti. Va trovata una soluzione per eliminare il tappo nella viabilità nord-sud. È evidente che così com'è adesso, è insufficiente per smaltire il traffico veicolare diretto all'autostrada, da e per il capoluogo euganeo e i Colli. La Regione apra un tavolo per trattare la questione insieme a Comune e Provincia di Rovigo. Nel caso in cui il traffico venga dirottato sull'autostrada (durante il cantiere, ndr), venga garantito il transito gratuito tra i due caselli rodigini dell'A13».
Alberto Lucchin
© RIPRODUZIONE RISERVATA