L'INCENDIO
SARMEDE Pulmino in fiamme il primo giorno di scuola. Tragedia sfiorata

Martedì 14 Settembre 2021
L'INCENDIO SARMEDE Pulmino in fiamme il primo giorno di scuola. Tragedia sfiorata

L'INCENDIO
SARMEDE Pulmino in fiamme il primo giorno di scuola. Tragedia sfiorata ieri mattina. Se il rogo si fosse sviluppato con gli alunni di Cappella Maggiore e Anzano ancora a bordo (trenta i posti disponibili), le conseguenze sarebbero state ben più preoccupanti. Invece le fiamme hanno avvolto il mezzo a giro terminato. Erano all'incirca le 9: a quell'ora gli studenti erano già tutti in classe e il pulmino era a riposo in un parcheggio di via dei Sarmati, vicino all'abitazione dell'autista che, terminato il servizio, aveva fatto tappa a casa per bere un caffè. A spegnere l'incendio, provocato da un corto circuito della batteria, ci hanno pensato i vigili del fuoco, intervenuti sul posto con due squadre. Lo scuolabus, di proprietà della ditta Autoservizi Battistuzzi snc di Conegliano, è stato parzialmente distrutto dalle fiamme e con tutta probabilità non tornerà a viaggiare. Il Mercedes Sprinter da 30 posti è stato acquistato di recente e sottoposto alle opportune manutenzioni a detta dell'azienda, che ha in appalto il servizio di trasporto scolastico a Cappella Maggiore. I piccoli passeggeri hanno fatto rientro a casa a bordo di un mezzo sostitutivo. «Scampato pericolo» - commentavano sollevati ieri mattina, a rogo domato, i sindaci Larry Pizzol di Sarmede, dove il pulmino era parcheggiato, e Vincenzo Traetta di Cappella Maggiore, dove il mezzo prestava servizio. «Per fortuna non ci sono stati feriti né intossicati. Ci risulta si sia trattato di un guasto tecnico. Attendiamo comunque gli accertamenti dei vigili del fuoco» - aggiunge Traetta.
FIAMME DAL MOTORE
Alle 7 il Mercedes Sprinter era già in servizio insieme a un altro pulmino. I bambini delle elementari e i ragazzi delle medie li aspettavano davanti casa, pronti ad affrontare il primo giorno del nuovo anno scolastico. Alle 8.30 il giro degli istituti era concluso e l'autista ha approfittato della pausa per passare a casa a gustarsi un caffè. Ha parcheggiato il pulmino in via dei Sarmati, a Sarmede. Ma verso le 9 alcuni operai impegnati nel cantiere di fronte sono corsi a chiamarlo: dal cofano si levava del fumo. L'incendio che covava nel vano motore si è propagato in breve tempo al resto del veicolo. L'autista ha lanciato l'allarme ai vigili del fuoco. Sul posto sono accorse due squadre provenienti da Conegliano e Vittorio Veneto. I pompieri hanno spento le fiamme nel giro di pochi minuti, mettendo in sicurezza l'area. Sul posto è accorso anche il sindaco Pizzol. «Non credo rimetteremo in funzione il pulmino. Probabilmente verrà rottamato - spiega il titolare Adriano Battistuzzi -. Il danno è notevole ma a tutto c'è rimedio, l'importante è che non si sia fatto male nessuno. Se ci fossero stati feriti sarei disperato».
«MEZZO NUOVO E MANUTENUTO»
Il mezzo, un Euro 5, è molto recente ed «è stato sottoposto a manutenzione» - assicura il titolare. Un aspetto, quest'ultimo su cui il Comune farà eventualmente chiarezza sulla scorta della relazione dei vigili del fuoco. «Purtroppo stiamo soffrendo il periodo del lockdown in cui i mezzi sono rimasti fermi a lungo - prosegue Battistuzzi - e adesso spuntano le rogne nonostante la manutenzione». La ditta ha in gestione il servizio scolastico di vari Comuni della zona. A Cappella Maggiore se l'è aggiudicato due anni fa e il contratto d'appalto ha una durata di 5 anni. «Finora non ci sono stati problemi - assicura il sindaco Traetta, che di mestiere fa l'insegnante e che ieri mattina era in aula quando lo hanno avvisato dell'incendio. «E' andata bene: fortunatamente non c'era più nessuno a bordo» - conclude il primo cittadino, tirando un sospiro di sollievo. E ne ha tutti i motivi: il primo giorno di scuola ha rischiato di trasformarsi in tragedia.
Maria Elena Pattaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA