L'Ecotour di Budu, turismo in bicicletta

Mercoledì 10 Ottobre 2018
L'Ecotour di Budu, turismo in bicicletta

GALLIERA
Sale in bicicletta il ventinovenne di Galliera Veneta Andrea Toniolo, conosciuto con il soprannome di Budu. Oggi comincia una nuova avventura: l'Ecotour. Il via dal Lido di Venezia e poi in 20 giorni pedalerà ed attraverserà nord e centro Italia. Alla fine percorrerà 2.000 km in bici per promuovere il turismo sostenibile, a basso impatto ambientale e a misura d'uomo. Il percorso si snoda attraverso Veneto, Emilia Romagna, Umbria, Marche, Lazio, Toscana, Piemonte e Lombardia. Lungo il tragitto Toniolo parteciperà ad una decina di eventi pubblici, tra cui presentazioni del suo libro intitolato Il limite che non c'è (edito nel 2016), convegni e serate dedicate allo sport. Ferrara, Firenze, Siena, Roma, Torino, Milano sono le tappe principali dell'Ecotour che si concluderà lunedì 29 ottobre a Verona, con un incontro-dibattito nella facoltà di Scienze Motorie dell'università scaligera. Toniolo visiterà anche alcuni Comuni delle zone terremotate del centro Italia per portare loro un dono simbolico a sostegno della ricostruzione. Martedì 16 ottobre sarà a San Vittoria in Matenano, nelle Marche. «Il tema del viaggio sarà quello della sostenibilità spiega Toniolo come stile di vita e come stile d'impresa e poi di un turismo lento in cui la visita ai luoghi più belli della Penisola si abbina alla conoscenza delle persone che li abitano». Il tour sarà documentato dallo stesso Toniolo con video, foto, interviste raccolte durante il percorso e condivise nei social e nel suo sito www.budurunner.com. Budu si definisce atleta e avventuriero. Prima della bici si è avvicinato alla corsa dopo un grave incidente stradale avvenuto nel 2012. Nel 2015 ha affrontato la sua prima impresa raggiungendo dal Veneto dopo 4.500 km Capo Nord (Norvegia). Ha trascinato un carretto con tutto l'occorrente per sopravvivere. Quest'anno la seconda sfida, Iceland Alone, il giro dell'Islanda di corsa, interrotta però dopo pochi giorni dalla partenza a causa di un'auto che lo ha investito. Le sue imprese sono state raccontate dalla trasmissione tv Alle Falde del Kilimangiaro su Rai 3 e da RadioDeejay e Radio 24.
M.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA