L'Istat: «Mortalità a livello pre-Covid»

Domenica 28 Novembre 2021

I vaccini stanno funzionando e il numero di decessi settimanali (per qualsiasi causa) è tornato ai valori medi del quinquennio 2015-2019, vale a dire in epoca pre Covid. Se si guardano i grafici che raccontano l'andamento dei decessi nel nostro Paese si vedono due impennate: la prima è nei terribili tre mesi del 2020 (tra marzo e maggio) quando i morti furono quasi il doppio della media dei cinque anni precedenti; la seconda è tra ottobre e dicembre sempre dell'anno scorso. Anche nel 2021 ci sono stati due scostamenti significativi rispetto agli anni pre Covid, anche se meno marcati: nei primi tre-quattro mesi dell'anno con una ripresa ad agosto. Ora finalmente il numero dei decessi è tornato ad essere sovrapponibile a quello dei cinque anni che hanno preceduto l'inizio della pandemia. Tutto questo si ricava dai dati raccolti dall'Istat, il cui presidente, Gian Carlo Blangiardo, ha inviato un messaggio al ministro della Salute, Roberto Speranza, con il grafico che illustra il «ritorno alla normalità», nonostante l'aumento dei contagi delle ultime settimane: «Siamo sostanzialmente nella media dell'epoca pre Covid 2015-2019. Una evidenza che chiunque di buon senso dovrebbe cogliere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Quirinale, l'età dei presidenti della Repubblica eletti

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci