Venerdì 18 Ottobre 2019, 00:00

IL COLLOQUIO
PADOVA Una lunga boccata dalla sigaretta, come se, senza, non potesse

IL COLLOQUIOPADOVA Una lunga boccata dalla sigaretta, come se, senza, non potesse respirare. Poi Carlo (nome di fantasia), imprenditore edile 50enne padovano, inizia a raccontare l'incubo in cui è piombato undici anni fa, quando ha stretto per la prima volta la mano ad Antonio Genesio Mangone, l'ndranghetista calabrese affiliato alla cosca Grande Aracri di Cutro, finito in carcere l'altro giorno. Incubo che per l'impresario si è concluso mercoledì alle 7.15, quando tre carabinieri e tre finanzieri hanno suonato al campanello di casa sua....
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
IL COLLOQUIO
PADOVA Una lunga boccata dalla sigaretta, come se, senza, non potesse
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER