Montecchio Maggiore. Incidente mortale sul lavoro in un maneggio: vittima il titolare Mariano Barban

Vittima il proprietario della Bm Farm. La scarica è arrivata da un cavo della media tensione, toccato con un'asta metallica con la quale cercava di buttare giù un nido di insetti

Martedì 6 Settembre 2022
Montecchio Maggiore. Incidente mortale sul lavoro in un maneggio: vittima un operaio

MONTECCHIO MAGGIORE (VICENZA) - Un operaio è morto folgorato stamani, martedì 6 settembre, mentre eseguiva dei lavori sopra un silos, all'interno di un'azienda agricola-maneggio, in via Carbonara a Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza. Sul posto sono intervenuti il Suem 118 e ispettori dello Spisal, assieme ai vigili del fuoco.

La vittima era salita sul silos - alto circa 5 metri - con un'asta metallica, nell'intento di liberare il manufatto da un nido di insetti che si era formato sulla sommità. Inavvertitamente, però, l'asta ha toccato i fili della media tensione, che sovrastano il silos, ed è morto all'istante per la scarica elettrica, rimanendo riverso sul tetto. I vigili del fuoco, arrivati da Arzignano (Vicenza), hanno messo in sicurezza la zona fino all'intervento dei tecnici dell'Enel, che hanno staccato la tensione, permettendo così il recupero del corpo dell'uomo. Le operazioni di soccorso sono terminate alle ore 13:00.

Chi è la vittima

A perdere la vita è stato il titolare del maneggio, Mariano Barban di 56 anni. L'azienda che gestiva, la Bm Farm, è un centro ippico con una scuola di equitazione, pensione per cavalli, un allevamento e un centro di riabilitazione equestre. 

Ultimo aggiornamento: 7 Settembre, 10:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci