Fc Bassano 1903: dall'asta delle magliette per la lotta al Coronavirus

Martedì 14 Aprile 2020 di Francesco Bordignon
Fc Bassano 1903: dall'asta delle magliette per la lotta al Coronavirus
Altri 1000 euro per la lotta contro il Coronavirus. Il Fc Bassano 1903, in questi giorni di stallo del campionato e in attesa delle decisioni sul proseguo o meno della stagione, ha deciso di non rimanere con le mani in mano e, insieme con i suoi tifosi, sta raccogliendo fondi per aiutare le famiglie piú in difficoltá del circondario tramite 10 associazioni locali.
 
E cosí, con la raccolta fondi del progetto #Iocisto creato dai giallorossi in questi mesi di quarantena per Covid -19, in questo weekend di Pasqua è stata messa in atto una asta benefica chiamata “Asta per il Futuro”. In palio le due magliette originali con cui il capitano Mattia Battistella e il bomber Nicolò Garbuio hanno vinto lo scorso campionato, un cimelio decisamente importante nella storia dei giallorossi essendo la divisa della prima stagione e della prima vittoria.
 
Tutto è successo a Pasquetta, con un asta su Facebook della durata di otto ore con un prezzo di inizio di 20 euro per maglietta: dopo varie offerte, entrambe le maglie sono state vendute al prezzo (importantissimo) di 500 euro ciascuna, Carlo Marostica si è aggiudicato quella di Mattia Bisinella mentre Armando Donazzan quella di Garbuio.
 

Una cifra che si unirá agli altri fondi raccolti dalla societá, si parla di piú di 17.000 euro, con i tifosi che potranno continuare a donare tramite bonifico bancario IT 16 Q034 4060 1600 0000 0282 500 intestato ad Associazione di volontariato “La Casa sull’Albero” - causale “Iocisto”.
 
Nel frattempo anche i Fedelissimi continuano con la loro beneficienza: tutto il cibo rimasto in magazzino per il Terzo Tempo sará donato ai Frati di Bassano del Grappa e alla associazione ITAC Tracce Bassano che lo consegnerá alle famiglie piú bisognose di Bassano, Solagna e Asiago. 
 
Con il pallone fermo, il Bassano continua a muoversi e a lottare per tornare alla normalitá. © RIPRODUZIONE RISERVATA