Quei bus trasformati in trappole mortali: ecco gli incidenti più gravi degli ultimi anni

Quei bus trasformati in trappole mortali: ecco gli incidenti più gravi degli ultimi anni

di Federica Macagnone

I ricordi di una gita scolastica, le risate, gli attimi di spensieratezza spazzati via in un secondo. Un autobus che diventa una trappola di fiamme che non lascia via d'uscita. L'incidente avvenuto ieri notte sull'A4, in prossimità dell'uscita di Verona Est e che ha ucciso almeno 16 persone, quasi tutti ragazzi ungheresi dai 14 ai 18 anni di ritorno da una gita sulla neve in Francia, è solo l'ultimo di una lunga serie di viaggi della morte sulle strade d'Italia e non solo.

20 marzo 2016 - Freginals (Spagna). Un autobus che riporta a casa un gruppo di studenti stranieri, molti Erasmus, urta un guard rail, invade la corsia opposta e si va a scontrare con una macchina, nei pressi di Tarragona su una delle principali autostrade della Catalogna: 13 le vittime, tra cui sette italiane, 34 i feriti. Gli autobus erano stati noleggiati da varie università per il viaggio di andata e ritorno tra Barcellona e Valencia, per assistere a un festival di fuochi d'artificio a Las Fallas. L'autista dell'autobus, un 63enne, si scuserà pubblicamente dicendo di essersi addormentato.

25 ottobre 2015 - Puisseguin (Francia). Quarantatré persone, quasi tutti pensionati in escursione, muoiono a Puisseguin, nei pressi di Bordeaux, nello scontro tra un pullman e un camion carico di legna che sbanda su una stradina di montagna e investe il bus. Una barra metallica di oltre un metro, che si trova nell'abitacolo del tir, perfora la carrozzeria del pullman e sventra un serbatoio laterale di carburante: il bus si incendia, muoiono 42 pensionati e il figlio 13enne del camionista. Si tratta del più grave incidente sulle strade francesi dal 1982.

28 luglio 2013 - Monteforte Irpino, Avellino. Un pullman con 48 persone a bordo diretto a Pietrelcina precipita da un'altezza di 25 metri dal viadotto Acqualonga della A16 Napoli-Canosa, all’altezza di Monteforte Irpino. L’incidente, che avviene intorno alle 20.30 di domenica, provoca una vera e propria strage: il bilancio è di 40 vittime, quasi tutte provenienti da Pozzuoli, Comune flegreo in provincia di Napoli. Il veicolo su cui viaggiava la comitiva non era stato revisionato e aveva percorso 800mila chilometri. Si tratta del più grave incidente stradale della storia d’Italia. Per la vicenda ci sono 15 imputati.

13 marzo 2012 - Sierre (Svizzera). Un autobus con a bordo due scolaresche belghe che tornano da una settimana bianca si schianta nel tunnel di Sierre, sull'autostrada svizzera A9, causando la morte di 28 persone, tra cui 22 bambini tra i 12 e i 13 anni.

26 settembre 2010 - Berlino (Germania). È di dodici morti e una trentina di feriti, alcuni in modo grave, il bilancio dell'incidente che ha coinvolto un autobus con cittadini polacchi su un’autostrada che collega la Germania alla Polonia. Il bus era diretto verso la Polonia: l’incidente è avvenuto quando l’autista, provando a scansare un’automobile, ha colpito il pilone di un ponte sull'autostrada A10 a sud di Berlino, all'altezza del casello di Schonefeld. Sul pullman si trovavano una quarantina di giovani polacchi di ritorno da un soggiorno in Spagna

16 gennaio 2010 - Massa Carrara. Un autobus francese in gita scolastica in Italia precipita in una scarpata nella notte vicino Massa: tre i morti (l’autista, una maestra e un bambino), una decina i feriti.

21 ottobre 2008 - Etroubles. Un pullmann di tifosi juventini diretti dalla Svizzera allo stadio Olimpico di Torino per assistere a Juve-Real Madrid si schianta contro una casa a Etroubles, in Valle d’Aosta: il bilancio è di due morti e 26 feriti.

3 luglio 2008 - Fasano. Un autobus che trasportava una cinquantina di anziani si scontra con un tir nei pressi di Fasano, in provincia di Brindisi: morti tre anziani e un camionista, oltre 40 sono i feriti.

7 agosto 2006 - Milano. Un’autocisterna travolge un pullman di turisti lettoni e un'auto fermi lungo l’autostrada A4 sulla corsia di destra, all’altezza di Milano: il bilancio è di due morti e 14 feriti.

7 febbraio 2006 - Roma. Un bus con a bordo 31 agenti commerciali turchi in viaggio premio precipita da una scarpata per una quindicina di metri in un giardino privato di via Trionfale, sulle pendici di Monte Mario, causando dodici morti e venti feriti, di cui sei gravi. L'incidente avviene all'altezza di uno dei tornanti della strada in discesa verso piazzale Clodio: invece di completare la curva, l'autobus prosegue diritto, sfondando un muretto e precipitando per una quindicina di metri nel giardino sottostante. Il processo in tribunale si concluse con due condanne e un'assoluzione: tre anni e mezzo di reclusione sono stati inflitti all'autista Adamo Cellini e quattro anni ad Aldo Bonanni, amministratore della International Tour, società affittuaria del mezzo tramite un contratto di cessione d'azienda. Il giudice Roberto Polella ha invece assolto, per non aver commesso il fatto, Marco Schiavo, amministratore della Peter Pam, proprietaria del veicolo. Tutti erano finiti a giudizio con l'accusa di omicidio colposo plurimo e di lesioni (in relazione al ferimento di alcuni passeggeri).

17 aprile 2005 - Svizzera. Un pullman turistico precipita in una scarpata sulla strada del Gran San Bernardo. Era diretto da Berna a Savona, dove i viaggiatori si sarebbero dovuti imbarcare per una crociera. Il bilancio è di 12 morti.

7 giugno 2003 - Vicenza. All'alba un pullman con 65 turisti moldavi, ucraini e tedeschi diretti sulle spiagge di Jesolo e Rimini sbanda contro la parete destra della prima delle due gallerie dei monti Berici, poi si impenna fino a urtare contro la volta della galleria e infine si ribalta. Il bilancio è di sei morti, tra cui due bambini, e di una cinquantina di feriti.

17 maggio 2003 - Lione (Francia). Un pullman a due piani carico di pensionati tedeschi diretti verso la Costa Brava per una vacanza al mare esce di strada sotto la pioggia. Muoiono l'autista e 27 dei 70 passeggeri. Il mezzo andava troppo veloce.

13 luglio 2002 - Rimini. Un piccolo pullman su cui viaggiano i ragazzi della parrocchia di Rivarolo (Torino) in viaggio premio a Mirabilandia si ribalta dopo l'urto con la motrice di un tir lungo l'autostrada A-14 tra Cesena e Rimini. Quattro ragazzi muoiono nell'incidente.

29 dicembre 2001 - Roma. È di due morti e sette feriti il bilancio di un incidente che coinvolge un autobus della Cotral, precipitato dal viadotto della Magliana a Roma dopo aver sfondato il parapetto della strada. Il mezzo, proveniente da Fiumicino e diretto alla stazione Trastevere, fa un volo di una ventina di metri, capovolgendosi infine su un fianco in un prato. I morti sono l'autista, Vincenzo Errico, 35 anni, in servizio da due settimane, e un ragazzo di 21 anni, Vincenzo Infante, residente a Fiumicino.

2 ottobre 1999 – Genova. Sull'autostrada A12, all'ingresso di una galleria tra Rapallo e Recco (Genova), un pullman con a bordo una comitiva di Castel Madama (Roma) diretta ad un matrimonio si schianta sul muro della galleria: 8 morti e 28 feriti.

15 luglio 1997- Bussi. Sull'autostrada A25 Roma-Pescara, all'altezza del casello di Bussi, un autotreno tampona un pullman, con a bordo un gruppo di anziani in gita, fermo sulla corsia d'emergenza per un' avaria: otto persone muoiono, 35 restano ferite.

26 novembre 1995 - Enna. Sulla provinciale tra Assoro e Leonforte, un pullman precipita in una scarpata. Dieci morti e 38 feriti.

9 maggio 1995 - Val Pusteria. Sulla statale della Val Pusteria, un pullman che collega Bressanone a Brunico si scontra con il rimorchio di un autotreno: nove morti e sette feriti.

6 marzo 1994 - Nocera Inferiore. Incendio su un pullman di turisti al casello di Nocera Inferiore, sull'autostrada Napoli-Salerno: sette morti.

6 luglio 1993 - Brunico. Sulla statale 244, in Val Badia, vicino Brunico, un pullman carico di turisti provenienti da Orvieto si scontra con una Bmw e precipita nella scarpata: 18 morti e 22 feriti.

3 ottobre 1990. Un pullman sbanda sull'autostrada Genova-Alessandria e, dopo aver sfondato il guard rail, precipita in una scarpata: 19 persone muoiono, una trentina i feriti.

12 settembre 1984 - Roma. L'autobus Atac "293" scivola lentamente a destra verso il vuoto e precipita dal viadotto della Magliana con a bordo 38 persone. Muoiono quattro passeggeri e l'autista, 26 sono i feriti.

31 luglio 1982 - Beaune (Francia). All'una e mezza di notte due pullman che viaggiano a oltre 130 chilometri orari vengono coinvolti in un incidente insieme a sei auto che prendono fuoco: 53 persone muoiono tra le fiamme, tra cui 44 bambini tra i 6 e i 15 anni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 21 Gennaio 2017, 11:42






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Quei bus trasformati in trappole mortali: ecco gli incidenti più gravi degli ultimi anni
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti