Amarone, accordo tra Masi Agricola e Santa Margherita per l'import-export negli Usa

Martedì 18 Febbraio 2020
​Amarone, accordo tra Masi Agricola e Santa Margherita per l'import-export negli Usa
VERONA - Masi Agricola, produttore di Amarone, ha sottoscritto un contratto con Santa Margherita Usa, controllata americana di Santa Margherita Gruppo Vinicolo per l'importazione e distribuzione, in esclusiva dall'1 aprile, nel paese americano dei vini Cantina Privata Boscaini e Masi Tupungato (vini argentini biologici).

Il Gruppo Santa Margherita rappresenta oggi uno dei poli più significativi dell'enologia italiana con i brand Santa Margherita, Torresella, Kettmeir, Cà del Bosco, Cà Maiol, Lamole di Lamole, Vistarenni, Sassoregale, Terrelìade e Cantina Mesa. «Negli Usa - rileva l'ad di Masi Federico Girotto - il marchio Masi è molto conosciuto e ben posizionato, ma certamente riteniamo di disporre di un rilevante potenziale inespresso e siamo determinati a svilupparlo».

«Il contesto in cui nasce l' accordo - aggiunge il presidente di Masi, Sandro Boscaini - è quello di aziende familiari italiane e venete di vini premium, di antico lignaggio imprenditoriale, dai tratti tradizionali e al contempo contemporanei, gestite managerialmente. I portafogli sono complementari e Santa Margherita Usa dispone di organizzazione e competenze distintive, non solo nella distribuzione, ma anche nella cultura italiana di comunicare e fare marketing. Tutto questo garantisce quella cura e quel focus di cui Masi ha bisogno negli Usa». «I nostri valori comuni, la produzione di vini premium, la specializzazione regionale e il profondo rispetto per il territorio rendono Masi una scelta perfetta e sinergica per il portafoglio di Santa Margherita negli Usa» ricorda Vincent Chiaramonte, Presidente e Ad di Santa Margherita Usa. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci