Scoperti tre ostelli abusivi in appartamenti: in 13 camere 50 posti letto

Lunedì 4 Marzo 2019
19
VENEZIA - Tre appartamenti in centro storico trasformati abusivamente in ostelli sono stati scoperti grazie ad una nuova operazione congiunta della polizia locale  e della guardia di finanza di Venezia. 

Nel primo appartamento, a Cannaregio, di proprietà di un veneziano e gestito da un coreano, in quattro camere erano stati sistemati 19 letti, di cui 11 occupati al momento dell’accertamento da altrettanti turisti coreani poi identificati. Gli altri due appartamenti, a Castello, di proprietà di una società di Roma con autorizzazione per B&B ma utilizzati come ostelli, erano gestiti da una donna giapponese, che esercitava l’attività al primo piano con 6 camere invece delle 3 autorizzate, per un totale di 17 posti letto, e da una polacca, che offriva al terzo piano 14 posti letto suddivisi in 5 camere invece delle 3 autorizzate. Ai gestori sono state elevate contravvenzioni per oltre 15mila euro.

Gli accertamenti hanno inoltre permesso di appurare che non erano stati comunicati i nominativi degli ospiti all’Autorità di Pubblica Sicurezza: scatteranno quindi anche le denunce penali.


  © RIPRODUZIONE RISERVATA