Chi affitta in nero? Per scovare i furbetti basta l'immondizia

Domenica 6 Maggio 2018 di Giorgia Pradolin
26
VENEZIA - Da una parte sestieri più puliti senza sacchetti per strada, dall'altra, forse, con meno locazioni turistiche abusive. Martedì partirà anche a Castello la nuova raccolta Veritas e fondamentale sarà il ruolo degli ispettori ambientali che, frugando tra i sacchetti, riusciranno non solo a scoprire chi sbaglia la differenziata, ma anche quali sono gli appartamenti turistici mascherati da case. I trasgressori vengono poi segnalati ai vigili urbani, i quali fanno scattare i controlli sulla regolarità degli affitti turistici. Le utenze Veritas si dividono infatti in domestiche e non domestiche: le prime sono quelle dei singoli o famiglie, privati cittadini. Nelle seconde invece rientrano le attività commerciali, quelle che producono fatturato: ristoranti, bar, strutture ricettive, uffici. A guardare i numeri e le tipologie delle utenze nei vari sestieri però, non sembra emergere uno squilibrio, né un problema di spopolamento a favore delle locazioni turistiche. Tra questi dati però non è possibile stabilire quanti siano gli appartamenti abusivi, o meglio, quelli che pagano tasse e bollette come residenti o seconda casa ma in realtà ci mettono dentro per tutto l'anno, o quasi, i turisti con lauti guadagni...
 
  Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 11:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA