Turisti greci positivi, nel bus avevano tutti la doppia dose. L'Ulss 3: «Il problema è un altro»

Contagiati da Covid anche se erano vaccinati: sono arrivati a Mestre e ora sono ricoverati

Martedì 2 Novembre 2021 di Alvise Sperandio
Un pullman di turisti
29

VENEZIA - Tutti contagiati, seppure tutti vaccinati con la doppia dose, per un motivo molto semplice: sono stati a contatto tra di loro per molto tempo in un ambiente chiuso. L’Ulss 3 Serenissima fa il punto della situazione sul cluster dei 26 turisti greci, di cui 24 positivi, arrivati in pullman a Mestre e ora accolti in vari ospedali. Solo quattro persone sono lievemente sintomatiche.

Contagio nonostante il vaccino, perché?

II direttore generale Edgardo Contato chiarisce: «La capacità d’intervento diventa fondamentale in una città come Venezia, che sta vivendo giorni di grande intensità quanto a pressioni turistiche. Venezia non può sommare ai problemi di sovrafollamento anche quello di un’emergenza sanitaria. L’assistenza nei confronti di questi viaggiatori prosegue con efficacia grazie all’impegno dei nostri sanitari, delle nostre diverse aree di competenza che lavorano in simultanea e a una continua e proficua collaborazione con il Consolato greco».

Dalla Grecia il pullman è arrivato via nave ad Ancona per poi andare a Milano, in Svizzera, in Belgio. Alla fine, anche Venezia. Il Servizio di igiene e sanità pubblica ha preso contatti con le varie autorità per favorire eventuali indagini epidemiologiche nelle altre località. «L’evoluzione di questo cluster, al momento, rispecchia ciò che è logico attendersi all’interno di una popolazione vaccinata – spiega il direttore del Sisp Vittorio Selle – In presenza di vaccino la patologia è asintomatica o si palesa con una bassa intensità. L’obiettivo principale della vaccinazione è infatti evitare al soggetto il decesso e la malattia grave. Il contagio è stato presumibilmente favorito dall’ambiente ristretto del pullman, che ha costretto i viaggiatori a una convivenza promiscua e prolungata per giorni».

Video

 

Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 13:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA