«Aggirata la Madia», bufera su Asco: ricorsi al Tar e denunce per i sindaci

PER APPROFONDIRE: asco holding, legge madia, tar
La sede di Ascopiave a Pieve di Soligo
TREVISO - La crisi è ufficialmente scoppiata. Ieri mattina in 24 comuni trevigiani e 2 veneziani è arrivato il testo dell’esposto con cui la società Plavisgas, socio di maggioranza di Asco Holding, chiede al Tar l’immediata sospensione, e quindi l’annullamento, delle delibere che hanno dato il via libera alla fusione della Holding con Asco Tlc, soluzione individuata per evitare le conseguenza della legge Madia, che obbliga le amministrazioni a cedere le “partecipate” non necessarie alla propria attività. Ma non solo: quattordici comuni (13 trevigiani e uno veneziano) rischiano anche una denuncia penale per falso in atto pubblico.

Sempre Plavisgas ha affidato all’avvocato Fabio Crea il compito di svolgere “indagini difensive” per portare in evidenza i risvolti penali di una vicenda che rischia di scardinare equilibri di ogni tipo. In particolare è finita nel centro del mirino la delibera, adottata dalle quattordici amministrazioni, che per Plavisgas è stata compilata da uno studio legale contattato dal cda della Holding, desideroso di portare i comuni sulla strada verso la fusione di Asco Tlc.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 21 Novembre 2017, 06:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Aggirata la Madia», bufera su Asco: ricorsi al Tar e denunce per i sindaci
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-11-21 23:25:01
I comuni devono erogare servizi non fare impresa . I comuni gestiscono soldi dei cittadini per dare non per avere
2017-11-21 11:04:23
Luca Maset scusi ma non ho ben capito il suo commento. La seconda parte nega la prima?
2017-11-21 13:48:15
nu :-) io penso che le partecipate siano popolate (nei vertici) da nominati della politica (quindi da licenziare) ma che il concetto dell'azienda di servizi nelle mani del comune sia un errore è valido solo per i piddini. Mi spiego, credo sia giusto che i servizi siano erogati e gestiti in maniera accentrata perchè i relativi investimenti, nel tempo, non sarebbero fatti, perchè non convenienti, da ditte private. La privatizzazione distrugge l'investimento strategico volto alla crescita di un territorio. Se si deve privatizzare, si privatizzi la mera funzione fisica di compiti specifici quale il "ritiro spazzatura" (non la gestione delle immondizie) lo sfalcio del verde (non la gestione dei parchi o del verde pubblico) e così via. Però è solo un mio pensiero.
2017-11-21 08:46:30
Se la ha proposta la Madia dietro ci deve essere un interesse diretto di famiglie legate al PD. Ben vengano le denuncie penali ma intanto sopensione delle attività delle partecipate e blocco degli emolumenti ai dirigenti delle stesse