Parroco veneziano posta selfie col Papa: spicca la spilletta “Apriamo i porti”

Papa Francesco e il selfie con la spilletta “apriamo i porti” che sta facendo il giro del web

di Ida Di Grazia

E' bastato un selfie, uno dei tanti, che Papa Francesco concede durante i suoi incontri per diventare subito virale. Questa volta il motivo nasce da una spilletta con la scritta "apriamo i porti", a sostegno dei migranti,  che il Papa ha messo subito in evidenza e ha voluto tenere con sè. A postare la foto su Facebook è stato don Nandino Capovilla, parroco a Marghera (Venezia). La foto ha fatto il giro del web.

GUARDA IL POST cliccando qui 




Lo scatto è stato postato venerdì da Don Nandino in occasione dell'incontro "Liberi dalla paura", promosso e organizzato dalla Fondazione Migrantes della Cei, dalla Caritas Italiana e dal Centro Astalli a cui Bergoglio ha partecipato.
«Ha visto la spilletta che tenevo in mano e gliene ho spiegato il significato - diceil sacerdote - Cosi' Francesco l'ha presa e si e' fatto scattare una foto tenendola in mano» . Sulla spilla c'è scritto "Apriamo i porti" , un messaggio per sensibilizzare verso l'accoglienza ai migranti.

Don Nandino ha scritto un lungo post insieme alla foto con Papa Francesco: «SALIAMO SUI TETTI! Coraggiosamente papa Francesco non perde occasione, taglia corto con le esortazioni scontate. Si concede una foto che rilancia quell' APRIAMO I PORTI che sta unendo cittadini dal nord al sud del Paese e che per i cristiani è obbligo evangelico per essere LIBERI DALLA PAURA.Da questo titolo del meeting nazionale della Chiesa italiana Francesco è partito per denunciare e rilanciare: "La paura è l'origine di ogni schiavitù e di ogni dittatura. 
Sulla paura del popolo cresce la violenza dei dittatori. Noi rinunciamo all'incontro con l'altro per erigere barriere: questo non è umano. Chi ha avuto la forza di vincere la paura oggi è invitato a salire sui tetti e invitare gli altri a fare altrettanto».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 17 Febbraio 2019, 18:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Parroco veneziano posta selfie col Papa: spicca la spilletta “Apriamo i porti”
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 55 commenti presenti
2019-02-18 17:28:01
Perche', mi chiedo, P.F. non si prende una bella vacanza trasferendosi in Francia ad Avignone seguendo l'esempio di Papa Clemente V e di alcuni suoi successori? Sono certo che si troverebbe molto bene, visti i tempi che corrono. Inoltre il Palazzo dei Papi di Avignone e' veramente bello. Pero' prima dovrebbe risolvere il problema dell' "ambasciatore" del Vaticano in Francia accusato di molestie sessuali, ma con la ''misericordia'' tutto si appiana.
2019-02-18 17:27:02
Pedofili, consumatori di offerte dei fedeli, consumo in gratta e vinci comprati con soldi delle offerte, attici ristrutturati, io non posso nemmeno tinteggiare casa, comare tra fedeli e chi più ne ha più ne metta (per fortuna non sono tutti così, ma ...) Tutto questo mi DELUDE.
2019-02-18 16:51:30
Con tutti gli ultimi fattacci accaduti mi chiedo: Ma la chiesa esiste ancora?
2019-02-18 16:41:53
Francisco blastali tutti ,Francisco blastali tutti ....
2019-02-18 13:01:25
... chi sa dirmi perchè si chiama santo padre.. perchè se così è sia pre un periglioso fronte. sono i santi a far politica e questo sarebbe un giocare davvero sporco..