Movida a Mestre, ritirate 3 patenti. Daspo per una giovane di Chioggia

Sabato 6 Giugno 2020 di Redazione Web
I controlli della polizia locale a Mestre
MESTRE Conto pesante quello della polizia locale nei controlli anti-movida a Mestre. Gli agenti dei Servizi Sicurezza urbana, Sicurezza stradale e Polizia di prossimità impiegando due mezzi con etilometri, quattro radiomobili e altre due auto "in borghese" hanno ritirato la patente a due mestrini che si erano messi alla guida con un tasso alcolemico vicino ai 0,8 grammi di alcol per litro di sangue (quando il limite di legge è 0,5) e a un altro cittadino, residente a Marghera, sorpreso alla guida in possesso di sostanze stupefacenti. In totale sono stati eseguiti 10 pre-test alcolimetri, di cui due, come detto, risultati positivi.

SOSTA SELVAGGIA
Sono scattate anche alcune sanzioni per auto parcheggiate a lungo in divieto di sosta sulla pubblica via di fronte a un pubblico esercizio: i conducenti si sono dimostrati del tutto incuranti degli inviti degli agenti a spostarle. 
IL DASPO
Sempre ieri sera, gli operatori hanno inoltre richiamato gli avventori al rispetto delle distanze interpersonali e a non creare assembramenti sia in piazza Barche che in via Verdi. Una donna di Chioggia, completamente ubriaca, è stata sanzionata nella zona della movida di piazzale Donatori di sangue e poi portata al comando di via Cappuccina. Al termine degli accertamenti, oltre alla sanzione amministrativa per ubriachezza molesta, le è stato notificato un daspo urbano: per 48 ore non potrà fare ritorno a Mestre © RIPRODUZIONE RISERVATA