Tassa per l'occupazione degli spazi pubblici eliminata per tutto il 2020

Giovedì 21 Maggio 2020
VENEZIA - La Giunta comunale di Venezia estende fino a fine anno l'esenzione dal pagamento del Canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (Cosap) per i plateatici degli esercizi pubblici. La delibera è stata approvata oggi, 21 maggio, per venire incontro ai disagi subiti dagli esercenti lagunari a causa del Coronavirus. «Da subito - commenta l'assessore comunale al Bilancio, Michele Zuin - avevamo accantonato le risorse per marzo e aprile, mesi nei quali è stato disposto il lockdown delle attività, poi il decreto Rilancio ha esteso il periodo da maggio a ottobre, pur non prevedendo il completo rimborso del mancato gettito al Comune per quei sei mesi. Con questa delibera abbiamo voluto rendere i plateatici gratuiti anche per novembre e dicembre, nonostante il difficile momento per i bilanci comunali, prevedendo la copertura di 1,8 milioni di euro».
La gratuità del plateatico vale anche per l'estensione facoltativa del 50% che la Giunta ha concesso ai locali per poter far rispettare le regole sul distanziamento. Stessa regola anche per le nuove concessioni temporanee. Per il sindaco Luigi Brugnaro «oggi chi viene a Venezia la trova in un momento magico, straordinario, irripetibile. Tuttavia spero di non vederla mai più così vuota: ecco perché invito a venirla a visitare nelle prossime settimane. Abbiamo allargato i plateatici e li abbiamo resi gratuiti per rivitalizzare la città, recuperando il piacere di stare all'aria aperta, e invitare le persone a venire a scoprire angoli ancora sconosciuti, sempre nel rispetto delle regole di contenimento dell'epidemia di Covid-19». Ultimo aggiornamento: 17:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA