​«La Croce Rossa ci tratta come
animali»: protesta profughi a Udine

PER APPROFONDIRE: profughi, protesta, udine
​«La Croce Rossa
ci tratta come
animali»: protesta
dei profughi a Udine

di Paola Treppo

UDINE - Nuova protesta dei profughi in piazzale d'Annunzio, questa mattina, 29 luglio, a Udine. Sono un gruppo di rifugiati che hanno già avuto la protezione sussidiaria, arrivati a Udine alcuni mesi fa, poi spostati a Lignano, a Piani di Luzza (in Carnia), poi a Collina di Forni Avoltri e poi di nuovo a Udine.







Nei cartelli, in inglese e in italiano, hanno scritto: «Non vogliamo più rimanere con la Croce Rossa perché si comporta (con) noi come animali». Fanno appello però all’organizzazione dei diritti dell’uomo. E ancora, puntano il dito contro la Croce Rossa che, si legge in un cartello, «in due mesi non ha fornito un rasoio». Alcuni di loro lamentano di non essere stati seguiti a livello sanitario quando stavano male e si lamentano perché nessuno ha insegnato loro la lingua italiana. Hanno riferito, infine, «di sentirsi come una merce, con valore monetario e non umano. Se siamo accolti perché poi non siamo seguiti?». Sul posto è giunta la polizia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 29 Luglio 2015, 13:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
​«La Croce Rossa ci tratta come
animali»: protesta profughi a Udine
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 17 commenti presenti
2015-07-30 23:45:16
Hanno riferito Di sentirsi come una merce con valore monetario? Certo che sono una merce. Lo sono per chi li fa scappare dal loro paese Sono denaro per chi li trasporta in campo o nave. sono merce e fonte di enormi guadagni per chi specula in italia incassando più di 35 euro per ognuno di loro. Merce saranno per il mercato del lavoro europeo.
2015-07-30 14:17:49
.... croce rossa italiana o mezza luna rossa.....comunque sia da chiudere subito dopo aver chiesto i danni.....
2015-07-30 10:00:16
Lo stesso pensiero che faccio io quando li vedo per strada o quando scendono dalle navi, sempre con la felpa d'ordinanza e cappuccio in testa.
2015-07-30 07:04:02
Andate a Roma a protestare,però chi vi scrive i cartelli in italiano che scopi ha?chi sono,dite che scappate da guerre quali,siete troppo tecnologici possedete iPhone ,siete grassi,non siete credibili,col cibo che buttate quanti italiani potevamo salvare,invece istituzioni come prefetti lasciano che si suicidano.Venite in Italia con troppe pretese,ringraziate solo il governo,perché il popolo italiano non vi vuole.
2015-07-30 06:44:28
Io gli darei anche una casa e un vitalizio poverini........ma caricateli su un aereo e rispediteli da dove sono venuti , vi sembrano profughi questi?