Massimo e Jennifer sono morti. Trovati i corpi dei due escursionisti

 Massimo Grassi  di 41 anni e l'amica Jennifer Bubic di 35
UDINE- Sono state senza sosta le ricerche dei due escursionisti triestini dispersi da martedì nel Tarvisiano, Massimo Grassi  di 41 anni e l'amica Jennifer Bubic di 35. Purtroppo le speranze dei soccorritori sono state stroncate nel pomeriggio del 14 dicembre: Massimo e Jennifer sono stati trovati senza vita in fondo al canalone dove i loro due cani abbaiavano disperati.

Ieri erano state individuate tracce di scivolate, mentre sempre questa mattina erano stati avvicinati e recuperati i cani dei due escursionisti. Si dovrà ora capire la dinamica dell'incidente che ha portato alla morte dei due appassionati di montagna. Le ricerche, ostacolate dalle condizioni meteo, si erano concentrate sul versante della Creta del Cacciatore che affaccia sulla Valle di Riofreddo, in particolare nell'area compresa tra la traccia nera che taglia il versante tra Sella Prasnig e Malga Lussari (quota 1500 - 1600 metri) e la Valle stessa (a partire da 900 - 1000 metri di altitudine). Sul posto 33 tecnici da tutte le stazioni del Soccorso alpino e speleologico del Friuli Venezia Giulia, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Carabinieri e Corpo Forestale Regionale.

Le vittime lavoravano entrambe alla Flex di Trieste 

++ I particolari sul Gazzettino del 15 Dicembre ++ 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Dicembre 2018, 12:05






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Massimo e Jennifer sono morti. Trovati i corpi dei due escursionisti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2018-12-15 18:35:24
Quasndo sono stati trovati i due cani, senza i loro padroni, era chiaro cosa sarebbe successo. I cani non si separano mai dai loro padroni.
2018-12-15 06:08:53
Un'ipotesi sentita in intervista a soccorritori tg, tratto di sentiero normalmente escursionistico impegnativo per allenati, con l'inverno arrivato era ghiacciato sotto e ricoperto da foglie secche ..un tranello....nato per combinazione di eventi naturali(ma la natura a volte ...non e' buona, e' indifferente ma ..) Lo scorso anno, stesso periodo, stessa tipologia di incidenti ed interventi di ricerca e soccorso. Sitrovano consigli sul web, poi se piace la natur ainvernale munirsi di tutto l'armaentario di sicurezza... Se su 99 gite ci si lamenta di aver portato peso in piu', forse ne scappa una sola dove e'servito... e si pensa "meno male".
2018-12-14 23:05:09
Fa male il cuore leggere queste notizie , un pensiero a questi ragazzi ed alle loro famiglie
2018-12-14 21:57:11
le condizioni meteo hanno reso difficili i soccorsi mentre invece per la passeggiata erano perfette.
2018-12-14 20:01:49
Ma perchè fare escursioni col ghiaccio? Non era meglio farle in estate?