Sangue e vetri rotti: ubriaco picchia e insulta la barista e la sua amica

Lunedì 27 Maggio 2019 di E.B.
14
TRIESTE - Sangue ovunque e vetri in frantumi. È la scena agghiacciante che la Polizia di Stato si è trovata davanti agli occhi quando è entrata in un bar in via San Marco, nel rione di San Giacomo, nel pomeriggio di sabato scorso.

Due donne, la barista e una sua amica che ha cercato di difenderla, sono state insultate e poi picchiate con pugni e schiaffi da un cliente, ubriaco che aveva fatto delle avances alla prima. L’uomo, un cittadino albanese, aveva iniziato ad importunare la donna durante la consumazione delle bevande. Proprio perché la stessa rifiutava le sue “attenzioni”, l’uomo ha iniziato ad insultarla per poi aggredirla. A quel punto è intervenuta l’amica, anch’essa insultata e picchiata.

Con l’aiuto  di un avventore, l’aggressore è stato fatto uscire a fatica dal locale e la banconiera si è rinchiusa all’interno e ha chiamato il 112. L’uomo però ha infranto la porta a vetri del bar riuscendo ad entrare e si è ferito all’avanbraccio destro. In quel momento è arrivata la Polizia che ha trovato macchie di sangue a terra e sul mobilio del locale. Dapprima collaborativo e in attesa dei sanitari del 118, l’uomo si è nuovamente scagliato contro le due donne e gli agenti, offendendoli e oltraggiandoli. L’amica della donna e l’aggressore, denunciato,  sono stati portati all’ospedale di Cattinara. © RIPRODUZIONE RISERVATA