Puzzer all'Onu: nessuno riceve il leader No pass. Spunta la foto-fake con Kofi Annan, ma è morto 3 anni fa

Lo stesso leader No Pass ha annunciato sui social il fallimento di questa nuova impresa

Giovedì 2 Dicembre 2021
Stefano Puzzer all'Onu: nessuno riceve il leader no pass. Spunta la foto-fake con Kofi Annan, ma è morto 3 anni fa
20

Nuova porta in faccia al leader No Green Pass Stefano Puzzer. Arrivato alla sede dell'Onu a Ginevra non trova nessuno disposto a riceverlo. Intanto online spunta una foto del portuale con l'ex segretario delle Nazioni Unite Kofi Annan, ma il diplomatico ghanese è morto tre anni fa.

La foto-fake

L'immagine, chiaramente frutto di un fotomontaggio, è stata caricata sul gruppo Facebook "Gente come noi" noto e frequetato da ambienti No Vax e No Green Pass. Qualcuno nel disperato tentativo di rilanciare l'immagine di Puzzer ha deciso di postare una foto del portuale con l'ex segretario Kofi Ann, evidentemente esagerando un po'.

 

«Mentre i nostri politicanti ci chiudono le porte, il Segretario Generale ci ha ricevuto in un incontro cordialissimo, grazie mr. Kofi W i portuali» si legge sulla pagina Facebook che sostiene la causa contro il Green Pass. Presente a riprova del fatto il link a un presunto articolo di un quotidiano online col titolo "Stefano Puzzer all'ONU: Francia, Italia, Germania e Spagna non lo ricevono ma Kofi Annan lo applaude 'chi lotta per la libertà ha sempre le porte aperte'". Si nota però palesemente che la figura del portuale è stata ritagliata e apposta su una foto ufficiale.

 

La resa di Puzzer all'Onu

 

Dopo un'iniziale galvanizzazione dei suoi follower. «Porteremo le nostre denunce per i fatti di Trieste e per il Daspo che ho ricevuto a Roma, abbiamo portato i documenti e tutte le foto, adesso entriamo dentro», aveva scritto infatti sui suoi canali social appena giunto a Ginevra, poche ore dopo aveva annunciato agli stessi la resa: «Siamo arrivati all’Onu, siamo andati nell’ufficio dove avevamo l’accredito. È iniziato un circo, un giro di cinque palazzi dove ci dicevano ogni volta di dover andare per protocollare le carte». Insomma, un buco nell'acqua. Un nulla di fatto anche per questa impresa di Stefano Puzzer, in attesa del prossimo capitolo.

 

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 15:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA