Illy, bilancio in utile grazie all'impennata di consumo di caffè a casa

Lunedì 3 Maggio 2021
Il presidente Andrea Illy

TRIESTE - L'Assemblea dei soci di Illycaffè SpA ha approvato il Bilancio 2020 con un utile netto di 5 milioni; EBITDA adjusted 57,7 milioni, nonostante la pandemia. Grazie all'impennata nei consumi a casa (+21%) e l'e-commerce (+39%) è stata parzialmente compensata la caduta di fatturato che la pandemia ha determinato nel segmento fuori casa, per le chiusure di bar e ristoranti in Italia e nel resto del mondo. Crescita (+30%) delle vendite nei supermercati italiani, anche grazie alle ottime performance delle capsule compatibili in alluminio, a fronte di una crescita del mercato del 10%. I ricavi chiudono a 446,5 milioni (-14%).

«Abbiamo affrontato la pandemia con solidi fondamentali, una chiara visione del valore della marca e un deciso impegno sulla digitalizzazione del business. I risultati 2020, ancorché penalizzati dalla debolezza dei consumi fuori casa, confermano la forza del brand illy, l'efficacia delle azioni sviluppate per mitigare l'impatto della pandemia, e la nostra capacità di rispondere alle mutate esigenze dei consumatori». È il commento al Bilancio 2020 di Massimiliano Pogliani, a.d. di illycaffè, che ha detto di guardare «al futuro con ottimismo». Per Pogliani, «l'incessante orientamento alla sostenibilità, che è da sempre parte dei valori fondanti della illycaffè, ha trovato ulteriore conferma nel recente conseguimento della certificazione B Corp che rappresenta un'altra pietra miliare nel nostro percorso di miglioramento continuo». E infine, «l'accelerazione della campagna vaccinale internazionale e la progressiva risoluzione dalla pandemia restituirà ai consumatori e alle aziende una nuova normalità e ulteriori opportunità di crescita», ha concluso.

Ultimo aggiornamento: 11:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA