Il Barbiere di Siviglia torna al teatro Verdi: ecco le regole anti-Covid

Mercoledì 1 Dicembre 2021 di E. B.
Il Barbiere di Siviglia torna al teatro Verdi: ecco le regole anti-Covid

TRIESTE -  Il Barbiere di Siviglia torna in scena dal 3 all’11 dicembre, con le musiche di Gioachino Rossini, nel nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste. Maestro Concertatore e Direttore Francesco Quattrocchi, regia e scene di Massimo Luconi, Maestro del Coro Paolo Longo. L’opera, in due atti, su libretto di Cesare Sterbini dalla commedia di Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais, è già andata in scena al Verdi 41 volte, la prima nel lontano 1818 e l’ultima nel 2017 e rappresenta un titolo atteso dal pubblico e molto amato. Orchestra, Coro e tecnici della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.  Francesco Quattrocchi conta su una carriera di successo in Italia e all’estero, oltre a tante prestigiose collaborazioni. Al Teatro Verdi l’ultimo impegno risale al 2017, sempre con “il barbiere”. “E’ una gioia immensa per me tornare al Verdi - sottolinea - e in particolare con il Barbiere di Siviglia, che fa da tramite tra l’opera buffa settecentesca e l’opera del bel canto dell’Ottocento, e con una musica travolgente e strepitosa. Personalmente è una grande emozione anche perché è il primo titolo operistico che ho piacere di dirigere posto Covid, e sono felice di poterlo fare con un fantastico cast”. 

Il Barbiere di Siviglia andrà in scena il 3 e 4 dicembre alle 20.30, il 5 dicembre alle 16, il 7 e il 9 dicembre alle 20.30 e l’11 dicembre alle 16. Le disposizioni introdotte dall'ultimo decreto legge in materia di contenimento e prevenzione della pandemia da Covid-19 sono già entrate in vigore in Friuli Venezia Giulia da lunedì 29 novembre e saranno quindi valide già per gli spettacoli de Il Barbiere di Siviglia. Nessuna limitazione, nemmeno transitoria, nell'accesso a spettacoli​, per chi ha già avuto il Covid da meno di 6 mesi o si è sottoposto a vaccinazione entro i 12 mesi precedenti. In attesa dell'aggiornamento informatico che, a livello nazionale, porterà al rilascio del "super Green Pass" digitale con relativo Qr code, servirà esibire all'ingresso il certificato vaccinale o quello di avvenuta guarigione in versione cartacea. Resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina ffp2 o ffp3 durante tutto lo spettacolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA