Aggressione sessuale sull'alzaia del Sile: donna salvata dai passanti

PER APPROFONDIRE: aggressione, donna, sile, treviso
Alzaie del Sile, foto di repertorio
TREVISO - Un cittadino italiano di 33 anni è stato identificato e denunciato dalla polizia perché accusato di essere il responsabile di una aggressione a sfondo sessuale ai danni di una donna che passeggiava lungo l'argine del fiume Sile, a Treviso, lo scorso 31 luglio. Al riconoscimento, gli investigatori sarebbero giunti attraverso un confronto con alcune immagini riprese da videocamere posizionate nella zona teatro dell'accaduto. Secondo il racconto della vittima l'aggressore l'avrebbe immobilizzata dopo aver formulato proposte di natura sessuale e si sarebbe dileguato solo all'arrivo di altri passanti, richiamati dalle richieste di aiuto della giovane.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Agosto 2019, 15:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aggressione sessuale sull'alzaia del Sile: donna salvata dai passanti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-08-25 12:06:10
Un modo per vincere la paura dei maniaci e' organizzarsi per correre in gruppo.Oppure attrezzarsi in modo che i maniaci abbiano paura preventiva delle runner.
2019-08-20 11:43:00
Ormai le cronache che fanno pensare ad un vero e proprio maniaco con la fissazione per le leggiadre runners.
2019-08-19 20:42:45
Non diranno mai chi è.....lo vogliono salvare dal linciaggio.....Ahhh ah ah ah ah!
2019-08-19 16:01:42
per curiosita' come si chiama il "cittadino italiano"?
2019-08-19 18:49:33
Giusto, vogliamo sapere da chi ci dobbiamo "guardare";chiunque sia!