Fanni Guidolin, l'infermiera che parla di sesso su Instagram: “Vi spiego perché ho deciso di caricare quei video”

Giovedì 27 Ottobre 2022
Fanni Guidolin
2

Nuova puntata della storia dell'inferimera che parla di sesso nei video caricati sulla sua pagina Instagram, fanni_greenlover. Stiamo parlando di Fanni Guidolin, infermiera del centro stoie, richiamata dall'Uls per la vicenda e in attesa di incontrade venerdì il direttore generale Francesco Benazzi.

Ma oggi la novità riguarda un comunicato che la donna ha diffuso commentando punto per punto le informazioni trapelate sul suo conto. "Sono emotivamente e moralmente colpita dal clamore suscitato dalla vicenda - commenta - e dalle inesatte affermazioni che danno di me un’immagine non corrispondente alla realtà".

E così Fanni commenta le affermazioni pubblicate in questi giorni. Innanzitutto ci tiene a precisare che all'interno dei suoi video non viene mimato alcun atto sessuale. In secondo luogo l'infermiera traccia una linea netta: “I miei video non parlano di sesso, inteso come atto sessuale, ma di sessualità cioè, secondo la definizione del vocabolario, del complesso dei fenomeni psicologici e comportamentali relativi al sesso”. In terzo luogo la Guidolin specifica che gli argomenti sono trattati in forma leggera ma documentata e che l'intento dei suoi video è quello “di avvicinare all’argomento sessualità chi altrimenti ne resterebbe fuori o peggio, come accade per molti giovani, confonde la sessualità con il sesso porno. Molti dei miei post rispondono alla problematica di ragazze con le quali il loro compagno si rapporta come fosse su you-porn. I ragazzi sono bombardati da messaggi sessuali sbagliati”.

 

Guai però a prendere i video di Guidolin come consulenze, lei stessa rimarca di non avere alcuna intenzione di "fare né la sessuologa né la psicologa", per quanto abbia competenze sull’argomento, avendo conseguito il diploma di consulente sessuale presso l’AISPA. 

Ma come le è venuto in mente di produrre questi contenuti e diffonderli? “L’idea di questi video è nata dopo che mi sono occupata per la mia professione di assistere persone con problemi sessuali correlati alle demolizioni chirurgiche del pavimento pelvico. Partendo da qui mi sono resa conto che vi è una esigenza inespressa di parlare di sessualità. Ma anche per una mia esperienza personale negativa e traumatica, dalla quale ho tratto la convinzione che l’ignoranza sulla sessualità possa portare anche a comportamenti sbagliati e, talvolta, violenti. Nonché dalla constatazione che molti faticano ad avvicinarsi ai problemi della sessualità per i canali ufficiali. I video non vogliono sostituirsi ad essi quanto piuttosto avvicinare le persone a tali canali. Se tramite i miei video qualcuno che ne ha bisogno si rivolgerà ad un sessuologo o ad uno psicologa avrò ottenuto uno dei risultati che mi sono prefissa".

Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 21:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmemedia.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci