Rissa in centro, video choc: ventenne in rianimazione

Domenica 19 Luglio 2020 di Luca Anzanello
Un frammento del video dell'aggressione diffuso ieri
2
CONEGLIANO Il weekend in centro inizia con una rissa in mezzo alla strada e un ragazzo albanese di 20 anni che finisce in rianimazione dopo essere stato ferito gravemente alla testa. L’episodio viene filmato da un automobilista in tutta la sua crudezza e scatena, oltre a un putiferio sui social, la comprensibile preoccupazione di chi in centro vive o lavora. Dopo i fatti poco chiari avvenuti due settimane prima nell’adiacente Corte delle rose, dove un sabato mattina alcuni negozianti trovarono tratti del passaggio pubblico lastricati di sangue, venerdì intorno alle 22.40 una violenta rissa si è scatenata in via XXI Aprile tra la stazione ferroviaria e l’ingresso sud della Corte stessa.

BIVACCHI E FURTI
Una zona di pochi metri quadrati dove in più di una occasione, negli ultimi anni, sono stati segnalati bivacchi e presenze poco raccomandabili e dove si sono verificati anche furti di biciclette. Le indagini, condotte dal Commissariato di Polizia di via Maggior Piovesana e dalla Squadra Mobile della Questura di Treviso sono in corso e potrebbero avvalersi delle immagini di una telecamera di videosorveglianza comunale installata nei pressi della stazione. Pochi, comunque, i dubbi su ciò che è accaduto: un automobilista che dalla stazione stava imboccando via XXI Aprile ha realizzato e diffuso in rete un video di 6 secondi che mostra quattro persone che si mettono le mani addosso (altre in precedenza si allontanano dal luogo della rissa) e una di queste che cade a terra in mezzo alla carreggiata, davanti ai fari accesi di un suv fermo. Il video si conclude proprio mentre uno dei coinvolti nella rissa sferra un calcio alla testa della vittima, un ventenne albanese non residente in provincia di Treviso e secondo quanto appreso non abituale frequentatore della città del Cima. Soccorso pochi minuti dopo da un’ambulanza del Suem e trasferito in ospedale in codice 2, ovvero con ferite alla testa di media gravità causate dall’aggressione subìta, è stato poi trasferito nel reparto di rianimazione. La prognosi è riservata. Le indagini della Polizia stanno cercando di risalire non solo alle identità degli aggressori, tra i quali con ogni probabilità ci sono altri immigrati (almeno 3 secondo le prime informazioni), ma anche al loro numero in modo da assegnare con la maggiore precisione possibile le responsabilità dell’accaduto.

LE INDAGINI
Tra i punti oscuri della vicenda ci sono anche i motivi della presenza del giovane albanese a Conegliano, dove non sarebbe conosciuto. Il fatto di sangue non è accaduto in piena notte ma in un orario nel quale la movida del venerdì sera era iniziata da poco, creando sconcerto tra i passanti. La diffusione via web della rissa ha amplificato i sentimenti di sdegno della popolazione, che stenta sempre di più a riconoscere quel centro capace di attirare molta gente da fuori per le sue bellezze e le tante iniziative organizzate. 
Ultimo aggiornamento: 09:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci