Morto Giuseppe Brolese, presidente del Consorzio della Brentella

Sabato 26 Novembre 2022 di Maria Elena Tonin
Giuseppe Brolese

ASOLO - Ha lasciato un grande vuoto la morte di Giuseppe Brolese di Casella d’Asolo, deceduto ieri mattina, a 79 anni, dopo una malattia. Nonostante fosse una persona schiva e riservata, era nell’asolano persona molto conosciuta per il suo impegno politico e la sua partecipazione in attività associative e di categoria. Brolese era stato, infatti, per due mandati anche presidente del Consorzio Brentella e vicepresidente provinciale di Coldiretti Treviso, associazione di cui ha fatto parte, con passione, per diversi anni.


IL CORDOGLIO
«Una persona molto gentile, affabile, con un bel modo di confrontarsi e trattare le persone - è il ricordo di Franco Dalla Rosa, vicesindaco di Asolo - Anche una volta uscito dalla politica e dalla vita attiva, si metteva sempre a disposizione. E sempre stato una persona attiva per la collettività». Gli fa eco Mauro Migliorini, sindaco di Asolo: «Ringrazio sempre chi ha dedicato tempo e cuore al nostro comune».


L’IMPEGNO 
Unanime il racconto di quanti lo hanno conosciuto nell’ambito della sfera politica, seppur seduti su fronti opposti: Brolese è stato per molti anni capogruppo in consiglio comunale per la Democrazia Cristiana e da molti viene descritto come una persona di poche parole, ma concreta, preparata, capace di ascoltare, che conosceva e amava il terriorio: «Un politico di altri tempi, quando la politica si occupava ancora di cose serie -spiega Marco Brolese, ex assessore - una persona molto stimata e rispettata: con lui si poteva discutere di qualsiasi argomento, sapendo di trovare un valido interlocutore». In Consorzio Brentella, oggi confluito nel consorzio di Bonifica Piave, era arrivato nel 1988 ed ne era stato presidente per due mandati, dal 1989 al 2000, come ricorda Tiziana Favero, memoria storica del Consorzio, che ne. «Ha dedicato molto del suo tempo e delle sue energie al Consorzio, forte della sua esperienza di imprenditore agricolo - ricorda il presidente Amedeo Gerolimetto - il suo contributo è stato prezioso e puntuale». Lascia la moglie Nilla e i figli Fabio, Rosanna e Vania. Le esequie saranno nella chiesa di Casella martedì alle ore 14.30. 

Ultimo aggiornamento: 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci