Le campane di Saletto suonano di notte, allarme in paese: è caccia ai vandali

Venerdì 7 Ottobre 2022 di Valeria Lipparini
Le campane di Saletto suonano di notte: è caccia ai vandali

BREDA DI PIAVE - La frazione di Saletto di Breda di Piave è stata svegliata nel cuore della notte. Le campane della chiesa parrocchiale si sono messe a suonare all’impazzata alle 4 della notte tra martedì e mercoledì. E poi, di nuovo, verso le 5,30. I residenti, soprattutto quelli che abitano nelle vicinanze, hanno fatto un salto sul letto. E, impauriti, hanno allertato i carabinieri che sono usciti per due volte di seguito, nella stessa nottata. Al momento non sono emersi indizi per individuare i responsabili della bravata, perchè di una bravata si è trattato. Questo, quanto appurato dai militari dell’Arma. In quanto le campane non hanno suonato per un mal funzionamento del meccanismo. E, nemmeno, perchè azionate di proposito dal parroco. Nella seconda uscita i carabinieri hanno individuato due persone proprio vicino alla chiesa, ma non è stato possibile attribuire a loro il folle scampanio.

IL PRECEDENTE
Però, non è l’unico episodio di atti vandalici. Dieci giorni fa due ragazzini minorenni si sono introdotti, la sera a tarda ora, nel giardinetto dell’asilo distruggendo i giochi e alcuni lavori dei bimbi. A questo bisogna aggiungere, qualche sera fa, schiamazzi e auto danneggiate nel centro del paese. Una serie di strane coincidenze che preoccupano, non poco, il sindaco Cristiano Mosole. «Ho sollecitato il parroco perchè sporga denuncia. Ignoti si sono introdotti nella torre campanaria, adiacente alla chiesa parrocchiale, per suonare le campane. La denuncia è l’unico modo per far partire le indagini, visto che la zona non è coperta da telecamere» sottolinea il sindaco.
LE DECISIONI
Il primo cittadino ha chiaro in mente quali saranno le prossime mosse dell’amministrazione. «Nell’area c’era una telecamera datata che non funziona da tempo. Il piano per la videosorveglianza, che abbiamo adottato dalla precedente amministrazione, è stato completato di recente. Ora ho intenzione di intensificarlo con altre telecamere di videosorveglianza. E una sarà posta anche a Saletto. Fino a poco tempo fa non era possibile per mancanza del collegamento con la fibra ottica che, adesso, invece è garantito». Poi, resta l’impegno nei confronti dei giovani. Mosole è sicuro: «La pandemia ha destabilizzato alcuni ragazzini che vanno riportati sulla retta via. I vandali dell’asilo sono stati individuati dal comitato genitori e tutto si sarebbe risolto, a quanto mi dicono, con una bella ramanzina. Ma è chiaro, a noi amministratori, che c’è un filo che lega il disagio giovanile al post Covid. Dobbiamo fare quadrato e lavorare insieme, amministrazione, servizi sociali, scuola e famiglie per dare voce al disagio e trovare luoghi dove far ritrovare questi giovani senza che eccedano e diventino piccoli vandali». Perchè, episodi come quello della notte scorsa non vanno ripetuti.

Ultimo aggiornamento: 17:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci