Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Blitz nei cantieri edili: 6 attività sospese e 130mila euro di multe. Trovati lavoratori in nero e irregolari

Mercoledì 25 Maggio 2022
I carabinieri nei cantieri edili
1

TREVISO -  Controlli nei cantieri edili. Sono stati 68 i lavoratori controllati di cui 2 “in nero” e 9 irregolari. Mentre sono state 6 le sospensioni dell’attività d’impresa e complessivamente sono state elevate sanzioni per oltre 130.000 euro. Le verifiche sono state esguite dal nucleo dell'Ispettorato carabinieri del Lavoro di Treviso, con la collaborazione dei carabinieri delle Compagnie di Treviso, Castelfranco, Montebelluna, Conegliano e Vittorio Veneto. Si tratta di attività finalizzate a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso e a verificare il rispetto della normativa sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

I controlli

Sono state controllate 22 ditte. In particolare: un'azienda nell’area del Castellano è stata sospesa per aver utilizzato due lavoratori in nero, quindi senza alcuna copertura assicurativa e previdenziale, alcun corso sulla sicurezza dei luoghi di lavoro effettuato e nessuna visita medica preventiva era stata assicurata ai lavoratori che eseguivano lavorazioni in quota, al di sopra dei due metri d’altezza.

Cinque altre ditte sono state sospese in Altivole, Pederobba, Loria, Valdobbiadene, Oderzo per motivi di sicurezza mancando nei ponteggi allestiti quasi completamente le protezioni contro le cadute verso il vuoto. Sono state elevate sanzioni di 3000 euro. Le sospensioni rimarranno in atto fino al ripristino delle regolari condizioni di sicurezza del cantiere. Sono, inoltre, stati sanzionati amministrativamente 9 lavoratori (tra dipendenti e lavoratori autonomi). Si tratta di operai edili che a vario titolo lavoravano all’interno dei cantieri ispezionati privi di casco o di tesserini di riconoscimento personale.

Ultimo aggiornamento: 14:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci