Elettronica sul Tir per alterare il cronotachigrafo, fermato e multato autotrasportattore siciliano

Sabato 6 Giugno 2020
Polizia stradale durante un controllo al casello autostradale
ROVIGO - Con un dispositivo elettronico alterava la trasmissione dei dati al cronotachigrafo digitale e disattivava i limitatori di velocità. E' la soluzione architettata da un autotrasportatore per poter guidare molte più ore, evitando i tempi di riposo e viaggiare a velocità sostenute occultando la velocità reale.
E' però incappato nella rete dei “Controller” in dotazione alla Polizia di Stato.  Una pattuglia della Sottosezione di Altedo sull'A13, ha intercettato l'autoarticolato di una ditta italiana con sede in provincia di Palermo. Intimato l'alt e fatto uscire il mezzo al casello di Occhiobello per i consueti controlli, l'innovativo strumento computerizzato fornito dal Ministero dell’Interno ha smascherato la truffa. L'ispezione del camion da parte di meccanici specializzati ha fatto scavare il circuito elettronico telecomandabile a distanza. Per l’autista, patente sospesa e multa da 1.736 euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA