Barricata, via alla gara per la gestione del ponte galleggiante

Mercoledì 24 Novembre 2021 di Anna Nani
Il ponte di barche

PORTO TOLLE - L'estate è ancora lontana ma l'amministrazione comunale di Porto Tolle si sta già portando avanti per il posizionamento e la gestione della passerella galleggiante di Barricata per il biennio 2022-2023 che va dalla consegna del manufatto al 30 ottobre di ogni anno. Un mese in più rispetto ai termini canonici che prevedevano la chiusura del ponte il 30 settembre.
L'ufficio Tecnico ha quindi aperto un'indagine di mercato per individuare i soggetti da invitare alla gara informale per presentare un'offerta di affidamento per la gestione del ponte che è stato acquistato e ristrutturato dalla giunta Pizzoli nel 2019. La cifra a base d'asta per questa operazione è stimata in 120mila euro, ovvero 60mila euro per annualità, Iva esclusa.


LA PROCEDURA

La procedura negoziata avverrà secondo il criterio dell'offerta al prezzo più basso. Le imprese interessate a partecipare dovranno inviare la propria candidatura entro il 12 dicembre. L'obiettivo dell'amministrazione è farsi trovare pronti non soltanto per l'avvio della stagione estiva vera e propria, ma altresì per ampliare gli orari e i periodi di fruizione della passerella così da poter allungare la stagione balneare offrendo un servizio ai numerosi turisti che sono presenti sia in primavera che in autunno.
L'obiettivo, infatti, è garantire l'accesso allo scanno di Barricata a partire dal 30 marzo fino al 10 ottobre del prossimo anno. Con orari che ovviamente varieranno a seconda della bassa o alta stagione. Ad esempio in aprile gli orari stimati vanno dalle 9 alle 18, mentre a maggio la forbice si ampia garantendo l'apertura dalle 8 alle 20. Periodo questo che si amplierà ulteriormente andando verso l'estate piena fino a culminare ai fine settimana di agosto quando Barricata sarà accessibile dalle 7 del mattino alle 2 di notte. Contemporaneamente il servizio dovrà garantire l'apertura immediata per le imbarcazioni adibite a pesca professionale, mentre per le altre tipologie di natante che transitano lungo il fiume la passerella sarà aperta ogni mezz'ora.
Per evitare i disagi vissuti in piena estate spiccano tra i punti del capitolato d'appalto pure la richiesta di posizionare nei pressi della passerella un'imbarcazione idonea al servizio di traffico pedonale per un eventuale uso immediato e la reperibilità di un pronto intervento. In quell'occasione un guasto elettrico inaspettato il 2 agosto aveva messo fuori uso il sistema di apertura (i pescatori professionisti avevano dovuto usare l'uscita per il Lagamento anziché attraverso il Po di Tolle), mentre una decina di giorni dopo la rottura di un tubo aveva dapprima limitato l'accesso al litorale, mentre dopo un intervento d'urgenza, complice il fermo pesca, a non poter uscire erano stati i diportisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA