Fuga del pusher fra la folla, placcato in stazione da un ragazzo: i complimenti di Zaia

PER APPROFONDIRE: arresto, luca zaia, spacciatore, treviso
Fuga del pusher fra la folla, placcato  in stazione da un ventenne
TREVISO - Sicurezza, cittadini in primo piano e se poi sono giovani di 20anni... I complimenti del governatore Luca Zaia corrono sui social: «Guardate questo video, è impressionante. Un ragazzo di 20 anni, che si trovava per caso a transitare nel sottopasso della stazione dei treni di Treviso , ha "placcato" e bloccato uno spacciatore nigeriano che stava scappando dalla polizia locale, consentendone l'arresto. Bravissimo. Ce ne fossero, di cittadini così!»
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Luglio 2018, 08:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fuga del pusher fra la folla, placcato in stazione da un ragazzo: i complimenti di Zaia
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 51 commenti presenti
2018-07-19 09:40:24
Bravo Lorenzo, il tuo sia un esempio per tutti quelli che fingono di non vedere e non agiscono.
2018-07-19 08:17:50
Impressionante??? Ma cosa ci vedete di impressionante nel gesto di un ragazzo che ostacola e blocca uno spacciatore inseguito dalla Polizia? Tutti sanno che gli spacciatori (ma anche i ladruncoli) mica sono armati, come negli USA, e quindi non c'era nessun rischio per il ragazzo. Vivendo in un quartiere "affollato" di questi personaggi vi dico che non ci vuole l'FBI o Scotland Yard per arrestare spacciatori o prostitute... quello che e' casomai impressionante e' l'incredibile copertura di cui usufruiscono le mafie (in primis la N'drangheta) che gestiscono il colossale commercio degli stupefacenti (e non solo in Italia... purtroppo!). Al lettore che qualche giorno fa mi chiedeva che soluzioni ho io (che sono un semplice cittadino) per ridurre la DOMANDA di droghe, rispondo semplicemente che non lo so, a parte la responsabilita' dei genitori nel seguire i figli non solo nella loro attivita' scolastica ma anche nel tempo libero, favorendo il loro interessamento per attivita' sportive o culturali, anziche' lasciarli allo sbando, preda di compagnie il cui unico interesse e' la discoteca o lo sballo... per gli adulti (pure loro grandi consumatori di cocaina o simili, non ho proprio parole...)
2018-07-18 20:31:11
e ora nessuno si azzardi a pubblicare il nome del ragazzo o qualche sua foto, altrimenti ce l'avrete sulla coscienza. prendiamo solo esempio e basta.
2018-07-18 19:05:23
Non vi sentiate inutili, siete voi che dite in ogni commento più volte al giorno di non fare mai niente. Quelli come me ne prendono solo atto. A Padova se uno non fa niente viene considerato uno sfaticato che vive sulle spalle del prossimo, tutto qua; banalmente semplice!
2018-07-18 17:42:09
Ce ne fossero cittadini così? Se ci fossero molti molti molti meno delinquenti lasciati liberi dai nostri buoni giudici, importati da altre società e lasciati a piede libero nella nostra, giustificati perennemente dai buoni (!?!?) di cuore, non avremmo bisogno di cittadini coraggiosissimi che scendono in trincea rischiando la propria incolumità. Per fortuna non siamo qui a piangere un cittadino travolto, caduto e ferito gravemente. E non voglio doverne piangere di questi coraggiosi. Voglio uno Stato italiano che faccia di tutto per impedire a gente come questa di nuocere.I nigeriani sembrano emergere per una predilezione ai crimini di droga e prostituzione: questi personaggi vanno restituiti subito al mittente.