Monte Peller, identificato l'orso che ha aggredito due persone: è una femmina. Costa: «Non abbattetela»

Venerdì 3 Luglio 2020 di Remo Sabatini
Identificato orso Monte Peller. E' una femmina
1

E' stato identificato dall'unità di ricerca genetica e conservazione della FondazioneEdmund Mach di San Michele all'Adige, l'orso protagonista dell'incontro con due persone sul Monte Peller, in Trentino, lo scorso 22 giugno. E' una femmina di 14 anni e si chiama Jj4. Con l'identificazione dell'esemplare, sarebbero già iniziate le operazioni di cattura che potrebbero portare persino all'abbattimento dell'animale come prevede l'ordinanza firmata dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti. L'identificazione, ha reso noto l'assessore Giulia Zanotelli, è stata possibile grazie alle tracce di Dna rinvenute sui vestiti delle persone coinvolte nell'episodio del Peller. Così, mentre la riscostruzione della dinamica dei fatti appare ancora incompleta, non è infatti chiaro se l'orsa avesse agito per difendere eventuali cuccioli, la notizia dell'inizio delle operazioni di cattura, ha provocato la reazione delle associazioni ambientaliste e gente comune contrarie alle severissime intenzioni della giunta presieduta da Fugatti.

Orso ferisce padre e figlio: faccia a faccia all'improvviso lungo il sentiero

«L'orso che ha aggredito padre e figlio va abbattuto». Fugatti (Provincia di Trento): firmo l'ordinanza

«Come avevo intuito, ha commentato poco fa il Ministro dell'Ambiente Costa che ha ribattezzato l'orsa Gaia, l'orso del Peller è in realtà un'orsa e non si sa ancora se ha cuccioli o no. In ogni caso, ha sottolineato, non abbattetela. Gaia, non se lo merita. Persino chi è stato aggredito ha lanciato il mio stesso appello». La questione legata agli ipotetici cuccioli, a questo punto, appare fondamentale e potrebbe salvare l'orsa che avrebbe agito semplicemente per proteggere i suoi piccoli. Esemplare noto, fino a quel giorno non aveva mai dato alcun problema, fanno sapere le associazioni che sono tutte per Jj4. «Stiamo mettendo in campo tutte le forze possibili, ha concluso Costa, per contrastare l'idea che ammazzare gli animali possa essere la soluzione dei problemi. Non uccidete Gaia».

Ultimo aggiornamento: 20:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA