Nascono pochi bambini: quattro reparti maternità a rischio chiusura in Veneto

Ospedale San Lorenzo di Valdagno
I residenti di Valdagno, Adria, Piove di Sacco e Trecenta sono in subbuglio per la decisione del ministero della Salute di chiudere in Italia 561 punti nascite, quelli inferiori a 500 parti all’anno che non presenterebbero sufficienti standard di sicurezza per mamme, neonati e operatori sanitari.

In Veneto sono quattro i punti a rischio quelli di  Adria, Piove di Sacco e Trecenta che di fatto è praticamente già chiuso. Come nel 2016 il rischio di smantellamento della Maternità dei centri coinvolti ha messo sul chi vive i sindaci, pronti a difendere nelle prossime settimane i loro punti nascite.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 11 Luglio 2018, 15:50






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nascono pochi bambini: quattro reparti maternità a rischio chiusura in Veneto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-07-13 09:20:33
Qual è il problema? Si trasformino i reparti maternità in geriatrici.
2018-07-11 19:44:07
... poca brigata vita beata.. siamo già in troppi . il problema è come restarci ( in pochi )..
2018-07-12 11:28:13
approvo in pieno: "meno che semo e piu' larghi stemo" (specie quando poi ti tocca girare un quarto d'ora per trovare un posto dove parcheggiare la macchina)
2018-07-11 17:02:18
Luc111 quelli che Lei cita non sono problemi per i suoi governanti. Per i suoi governanti il problema sono gli immigrati e basta, quello che Lei giustamente cita sono maldicenze del PD. Provi a ripetere con me: immigrati - immigrati - immigrati e vedrà che si convincerà che esiste SOLO il problema immigrazione.
2018-07-12 00:00:29
Se il problema e' la mancanza di un lavoro che paghi le spese correnti, i politici di vari partiti, propongono delle soluzioni. Portarsi in casa oltre ca 620 MILA immigrati --che entrano ed escono come e quando vogliono 9NONn con permessi vari, come e' stata l'emigrazione Italiananel mondo) e NON si integrano (l'INTEGRAZIONE anche in regioni dove esiste da oltre 300 anni NON ESISTE)-- dal 2014. Gli immigrati DEPRIMONO i salari di tutto il mondo produttivo (non considerando il mantenimento di organizzazioni quasi legali o illegali in Italia): tutti gli studi di ca 200 ed oltre anni LO PROVANO. Prima che questi immigrati diventino produttivi ed entrino nella societa' economica legale, devono passare DECINE di anni (alcuni riportano una o anche due generazioni). Quindi, l'immigrazione E' un problema ECONOMICO dei Paesi riceventi; se poi l'immigrazione e' INCONTROLLATA, e' ancora peggio...conviene alla maggioranza dei LOCALI andarsene (come sta avvennendo). Conclusione: NESSUNO fa NULLA per controllare la crescita demografica in altre zone del Pianeta, ma dire che questa eccendenza demografica la si porta in Italia e' INSOSTENIBILE. Da qualsiasi partito si esamini il problema (secondo me). Saluti.