Bimba morta con la slitta, ora sulla pista nera c'è anche il cartello in italiano

PER APPROFONDIRE: bimba morta, slitta
Bimba morta con la slitta, ora sulla pista nera c'è anche il cartello in italiano
Ormai è troppo tardi, e questo suscita un po' di amarezza. Ma, adesso, c'è anche in italiano il divieto di utilizzare slitte e bob sulla pista nera del Corno del Renon, che il 4 gennaio ha visto morire una bimba di 8 anni, in slitta con la mamma. Sul cartello in Alto Adige ora accanto alla scritta tedesca è comparsa anche quella in italiano: «Vietato slittare».

A sottolineare questa mancanza, tra i primi c'era stato il padre della bimba: «Se il cartello fosse stato in italiano, sicuramente a mia moglie avrei detto aspetta un attimo che le indicazioni dicono che tu lì non puoi stare». Nell'incidente che ha coinvolto la famiglia di turisti che veniva dall'Emilia Romagna, era rimasta ferita in modo gravissimo la mamma della piccola e da allora è ricoverata in ospedale a Bolzano. La procura del capoluogo intanto aveva aperto un'inchiesta, con la quale sta lavorando per accertare eventuali responsabilità per l'accaduto o mancanze in materia di sicurezza
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 13 Gennaio 2019, 13:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bimba morta con la slitta, ora sulla pista nera c'è anche il cartello in italiano
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 23 commenti presenti
2019-01-14 12:40:26
scusate ma visto che "le piste" ormai sono aperte a mezzo mondo [ricordate di quella "associazione" che aveva portato pure "migranti"e"rifugiati" a sciare?] sarebbe piu' utile un "segnale visivo" di divieto per esempio "slitta sbarrata in un cerchio bordato di rosso"
2019-01-14 15:25:15
Ben VISIBILE
2019-01-14 12:17:01
Indipendentemente dalla lingua della scritta - l'indicazione per la pista da slittini è per la direzione opposta. Una pista nera generalmente non è molto indicata per chi non scende (o non sa scendere) con gli sci. A forza di voler dare la colpa agli altri, finiamo per prendercela anche con oggetti inanimati, sarebbe lentamente ora di prendersi un minimo di responsabilità.
2019-01-13 22:13:55
Io inizierei a boicottare le vacanze in Alto Adige dove con le nostre tasse fanno luoghi da favola ed alberghi con tutti i comfort per poi farti pagare il doppio della provincia di Belluno. Ce la prendiamo sempre col sud, ma questi di Bolzano coi nostri soldi ci fregano due volte, per poi anche essere trattati come gente di serie B quando andiamo da loro. Io i miei soldi non glieli porto, li prendono già dalle mie tasse per poi non abbassarsi a scrivere nella lingua di chi li mantiene.
2019-01-13 18:41:30
ma guarda te che coincidenza....ma scusate se vai un paese qualsiasi al mondo mi aspetto come minimo le indicazioni con la lingua del paese...nn è che se vado a sciare in slovacchia, tanto per esempio, mi aspetto i cartelli in italiano