Morto nel parcheggio: si indaga per omicidio. Chi è la vittima

PER APPROFONDIRE: fontanafredda, morto, omicidio, parcheggio
Artigiano 48enne trovato morto nel park: è omicidio Caccia all'arma e video al setaccio
FONTANAFREDDA - Un uomo di 48 anni, di Sacile, è stato trovato morto nella tarda sera di ieri vicino alla propria auto parcheggiata in un centro commerciale di Fontanafredda (Pordenone). Il corpo presentava un colpo d'arma da fuoco alla testa. Dai primi rilievi si pensava potesse trattarsi di un gesto di disperazione, ma i successivi accertamenti e il mancato ritrovamento dell'arma all'interno dell'abitacolo hanno spinto i Carabinieri del Nucleo investigativo ad aprire un fascicolo di inchiesta per omicidio.

La vittima si chiamava Alessandro Coltro, era un artigiano socio di una piccola attività che opera nel settore del filtraggio dell'acqua, lavorava alla Water Service di Fossalta di Chiarano (Treviso). Originario di Sacile, la denuncia della sua scomparsa era stata fatta ieri mattina dalla madre, che dalla sera precedente non riusciva a mettersi in contatto con lui.

I Carabinieri della locale Compagnia hanno diramato la nota di ricerca e tutti gli equipaggi hanno cercato l'auto con la quale l'uomo era solito spostarsi, una Kia Ceè d. Il veicolo è stato trovato nella tarda serata di ieri dai militari dell'Arma della stazione di Fontanafredda in una zona molto periferica di un centro commerciale che si affaccia lungo la strada statale 13 Pontebbana. Nell'abitacolo non c'era nessuno e per questo motivo gli investigatori hanno esteso le ricerche alla boscaglia che si trova alle spalle dei capannoni e dei magazzini. Il corpo ormai privo di vita era adagiato tra la vegetazione con un colpo di arma da fuoco alla testa.

Considerata la zona, la prima ipotesi è stata quella di un suicidio. Per questo motivo sono iniziate le ricerche dell'arma, ostacolate dall'oscurità e dalla presenza di fitti cespugli. Le verifiche sono andate avanti fino a notte fonda con l'ausilio delle fotoelettriche dei vigili del fuoco. Dopo una breve interruzione nel corso della notte, la ricerca è proseguita stamani all'alba, ma fino a ora è risultata vana. Per questa ragione la Procura della Repubblica di Pordenone sta indagando per l'ipotesi di reato di omicidio. 

L'ULTIMO ACCESSO A WHATSAPP, LA FIGLIA E GLI AMICI
L'ultimo accesso a Whatsapp della vittima dell'omicidio era avvenuto attorno alle 19.30 di lunedì sera. Da allora non aveva più fatto chiamate e non aveva inviato messaggi. L'allarme della mamma risale alla mattinata di ieri: trattandosi di un uomo molto metodico, aveva stupito il fatto che non fosse passato a prendere - come da accordi con l'ex coniuge - la figlia adolescente come faceva tutti i martedì. Gli amici lo avevano cercato anche per concordare la trasferta a Udine per assistere alla partita di serie A della compagine friulana contro la Lazio in programma questa sera. I biglietti erano stati acquistati poche ore prima che si perdessero le tracce dell'uomo. Da quanto si è appreso, Alessandro Coltro non aveva alcun tipo di precedente penale.

L'ARMA CHE NON SI TROVA E LE TELECAMERE
Le indagini dei Carabinieri stanno spaziando a 360 gradi. Dopo aver cercato invano l'arma del delitto nella boscaglia dov'è avvenuto il ritrovamento del corpo, i militari stanno ora verificando le telecamere di video sorveglianza del centro commerciale e ascoltando le persone che hanno incontrato l'uomo nella giornata di lunedì. Per ora non sarebbero emerse preoccupazioni da parte della vittima o timori per la propria incolumità. L'inchiesta dovrà appurare cosa facesse l'uomo in quella boscaglia alle spalle dei grandi magazzini.

AVEVA APPUNTAMENTO CON QUALCUNO?
Quanto alla dinamica dell'omicidio, il foro di entrata del proiettile sarebbe leggermente spostato verso la nuca. Una circostanza che ha fatto emergere i primi dubbi rispetto all'ipotesi iniziale del suicidio, per avvalorare la quale il colpo d'arma da fuoco avrebbe invece dovuto interessare la tempia. I Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale lavorano senza sosta, anche se gli elementi a disposizione sono ancora pochi: dai tabulati telefonici si spera di capire se Coltro avesse un appuntamento al centro commerciale con qualcuno.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 26 Settembre 2018, 09:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Morto nel parcheggio: si indaga per omicidio. Chi è la vittima
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti