Venerdì 3 Maggio 2019, 12:08

«Se entrate sparo»: il commerciante che sfida i ladri

PER APPROFONDIRE: commerciante, ladri, pordenone, sfida, sparo
«Se entrate sparo»: il commerciante che sfida i ladri

di Marco Agrusti

PORDENONE - «Non mi interessano molto le conseguenze, il mio primo obiettivo è quello di difendere la mia proprietà. Se dovessero entrare nel mio negozio o nella mia abitazione e mi minacciassero, io sparerei. Se sto pensando a dotarmi di un'arma dopo l'entrata in vigore della nuova legge sulla legittima difesa? Sì, certamente». La gioielleria Toffolon è solo una delle tante in corso Vittorio Emanuele a Pordenone. Un corridoio stretto dopo la porta d'ingresso, la cassaforte a muro in bella vista. All'interno il proprietario, Antonio Toffolon, commerciante del centro storico. È lui a firmare idealmente la dichiarazione di guerra ai malintenzionati. Il tutto a pochi giorni dall'episodio
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Se entrate sparo»: il commerciante che sfida i ladri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2019-05-04 20:47:17
meglio stare attenti agli amici che ai nemici... fidati
2019-05-04 07:14:19
Eccone un altro che il porto d'armi se lo scorda. Gli italioti non hanno proprio capito chi comanda in iDaglia. Un ministro (e un parlamento ) semiserio avrebbe eliminato la discrezionalita' di prefetti e questori nel rilascio delle licenze in materia di armi, stabilendo dei criteri oggettivi. Appunto, un ministro (e un parlamento) semiserio.
2019-05-03 23:47:32
....un bell'invito....promettente.....!
2019-05-03 23:02:47
Il diritto sll difesa è sacro !!!
2019-05-03 21:04:51
Si spera che chi fa certi discorsi sia giudicato non idoneo ad avere il porto d'armi