Mucca scappa dalla stalla e va al Lidl:
abbattuta a fucilate. Molte proteste

PER APPROFONDIRE: abbattuta, fucilate, mucca, pordenone, scappa
La mucca scappata

di Mirella Piccin

FIUME VENETO (PORDENONE) - Una manza fuggita l'altra mattina dalla stalla di Antonio Comparin in via Le Fratte a Fiume Veneto ha seminato per alcune ore scompiglio tra gli automobilisti e i residenti della zona. E poichè non si riusciva a catturarla, un’ora più tardi è stata abbattuta con due colpi di fucile.



Scappata dall'allevamento verso le 6.30, la manza ha preso la via dei campi fino a raggiungere, intorno alle 7, la strada regionale 51, nei pressi del supermercato Lidl a pochi passi dal centro cittadino, in un momento di traffico intenso.



E subito si è sparsa la voce che invece di una giovane vitella si trattasse di un toro inferocito. La manza con meno di 20 mesi, è rimasta in quella zona circa un'ora, spostandosi dalla strada ai vicini campi, fino a raggiungere il parcheggio del supermercato Lidl, dove è rimasta per alcuni minuti.



Nel frattempo era partita la caccia all’animale e sul posto sono accorsi carabinieri, vigili del fuoco, polizia locale e personale del servizio veterinario. Il timore principale era che la manza di oltre 5 quintali, finita in mezzo alla strada, potesse provocare qualche incidente. A quasto punto, vedendosi braccata, la bestia è scappata in via Armenterezza, raggiungendo la zona del Burtolo fino a via Crozzoli, all'altezza della strada bianca a servizio dell'autostrada A4. In totale la vitella avrà percorso 3 o 4 chilometri.



La situazione a questo punto è stata giudicata pericolosa, perchè un animale in queste condizioni è imprevedibile. E, pertanto, in mezzo alla campagna è finita la sua corsa: tra le auto che sfrecciavano in autostrada è stata uccisa con due colpi di fucile da personale addetto. La motivazione sulla scelta di abbatterla è stata: «era troppo nervosa e quindi imprendibile, ma soprattutto fra qualche mese sarebbe stata destinata al macello». Qualcuno ha sollevato qualche polemica sull'abbattimento, ritenendo «che poteva essere evitato. Si poteva scegliere il sedativo o il sonnifero, imbragarla e riportata nella stalla».



L'animale spiega il proprietario Comparin, di 62 anni, «era tranquillo. Anche se va detto che questa manza era più nervosa rispetto alle altre. Come tutte le mattine le ho portato da mangiare, ma è stato un attimo... È uscita di corsa dal recinto della stalla dandosi alla fuga in direzione dei campi. Forse avrei evitato il peggio se il mio ginocchio dolente da qualche settimana avesse retto alla corsa. Ma ho desistito e ho chiamato aiuti». La carcassa della manza è stata recuperata e quindi portata al macello di Cordenons.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 17 Febbraio 2014, 12:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Mucca scappa dalla stalla e va al Lidl:
abbattuta a fucilate. Molte proteste
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2014-02-18 19:34:12
@Fiocchi e Redfoxy Ogni tanto ricompaio...prima i piaceri della famiglia e del lavoro. ;) La discussione sta prendendo una piega troppo profonda per il sottoscritto...qua ci tocca sdrammatizzare con uno spritz... PS lo dicevo io...se mi chiamavano risolvevo tutto io con il lazo... :)
2014-02-18 19:25:02
enrico79 No no no Enrico,no,ho dato l\'impressione sbagliata, scusami :-)Si che sono impotente,per mia fortuna e si nessun rimpianto mai,manco morta quelli.Non mi aspetto nulla perchè sono una volpe no? ;-) Ciò che arriva è un regalo e ciò che se ne va era perduto da prima :-) @ Fiocchi...ecco chi era quella che tutti la volevano e nessuno se la pigliava?:-))))
2014-02-18 18:17:35
Sigfried Von Nibelunghen Buonasera, e ben ri-trovato. Riguardo alle sue proposte alla cara RF....mi sa che siamo in parecchi...sa? Sono due complimenti :-), uno a lei per i suoi gusti raffinati, e uno a RF, sempre in palla con i suoi commenti molto precisi....e autentici, a mio parere. Un caro saluto a voi
2014-02-18 18:07:44
Commento inviato il 2014-02-18 alle 17:41:04 da RedFoxy Percepisco impotenza e malinconia nella tue parole, forse sbaglio. Oppure non ti aspetti più nulla. Fermarsi è bene...è volersi un mondo di bene. Auguri. Piacere mio.
2014-02-18 17:41:04
enrico79 Guarda Enrico,il mio punto di vista parte dalla tua stessa origine,ma ad un certo punto vira.Mi dici che se vedi un uomo o un animale in difficoltà tu intendi intervenire per entrambi.Pienamente d\'accordo.Ma se sto per investire uno dei due io sacrifico l\'animale.Punto.Magari mi sento uno schifo,di certo,ma salvo l\'uomo.Devo.Credo Enrico che ognuno di noi sia il risultato di come ha elaborato ciò che ha vissuto,allora io non posso concepire me stessa senza tener presente di tutta quella mole di sensazioni che mi hanno forgiata e che solo dagli altri mi sono pervenute.Senza loro,gli altri,io non sarei io nel bene e nel male.Ma quando in certe occasioni succedono certe cose (scegli tu quali) tu senti l\'esigenza di chiudere i battenti,sollevare il ponte levatoio e mettere allamfame i coccodrilli del fossato perchè, molto semplicemente,degli altri ne hai fin sopra i capelli e hai fisicamente bisogno di prendere le distanze,fino a nuovo ordine.La malattia insorge perchè insorge,punto.Ambiente,tipologia di lavoro progressl consumismo non mi cambia nulla sai? Arriva e per te, ieri,era già tardi.Posso avere tutti i dispiaceri che vuoi,tutti i travagli interni,tutti i dolori ma finchè so che ho molti domani mi concedo il lusso di disperarmi per cavolate.Il vero inferno per me? Il momento in cui ogni dispiacere non è più tale,ogni paura la perdi,ogni travaglio ti trova indifferente e questo succede quando non hai più tempo da sprecare.Smetti di essere alla fine. Sempre un piacere Enrico.