Azzannato in giardino da due rottweiler della compagna, Massimo muore

Giovedì 12 Dicembre 2019
91

PADOVA - È morto nel giardino di casa dilaniato da due rottweiler (cani che uccidono - i casi), una femmina di nove anni e un maschio di due, entrambi di proprietà della compagna. Vittima dell'aggressione, avvenuta la notte scorsa, è Massimo Sartori 49 anni, trovato a terra, ormai agonizzante, nel vialetto di una casa isolata a Pozzonovo (Padova), proprio dalla convivente 41enne al suo rientro dal lavoro. Subito è scattato l'allarme e la richiesta di soccorso al Suem 118. Ma le ferite erano troppo gravi e Sartori è morto prima dell'arrivo dei sanitari, mentre sul posto giungevano anche i carabinieri. 

VEDI ANCHE---> Sbranato dai cani della cognata
LEGGI ANCHE--->Uomo aggredito dai cani da difesa

Gli investigatori stanno privilegiando due ipotesi: la prima è che l'uomo sia stato colto da malore mentre era all'esterno dell'abitazione e che si sia ferito cadendo, facendo scattare l'aggressione dei due animali nel sentire l'odore del sangue; la seconda è che i cani lo abbiano assalito direttamente. Per chiarire con esattezza le cause della morte, in relazione in particolare alla prima ipotesi, la salma è stata portata all'obitorio dell'ospedale di Monselice (Padova) per effettuare l'esame autoptico, come richiesto dalla Procura di Rovigo.
 

 

 Per quanto riguarda la seconda ipotesi, invece, si stanno valutando eventuali precedenti di aggressione da parte dei due rottweiler. I carabinieri hanno avviato verifiche sia sul loro 'percorsò sanitario che attraverso la raccolta di testimonianze della padrona, al momento sotto choc, e dei residenti di un paio di abitazioni poco distanti. Secondo quanto già acquisito dai carabinieri, che hanno sentito i parenti della 41enne, i due rottweiler non avevano mai manifestato atteggiamenti aggressivi. Pur essendo intestati alla donna, sono stati cresciuti anche dal compagno, una figura familiare per i due molossi. L'unica certezza, al momento, è che Sartori è stato trovato in giardino in un bagno di sangue, con la testa fracassata e le gambe divorate dai morsi degli animali. Mentre sanitari e carabinieri erano all'opera, i cani hanno continuato a girare liberi nello spazio verde che circonda l'abitazione, finché non sono stati presi in custodia e portati in un canile a Selvazzano. I militari, peraltro, escludono cause 'esternè, ossia che vi sia stato un tentativo di furto che abbia indotto la vittima ad uscire di casa, facendo scattare la reazione dei cani, o che qualche malintenzionato li abbia aizzati durante un litigio contro Sartori.

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 16:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA