Polizia locale di Padova, bufera sui nuovi turni di lavoro: i sindacati minacciano lo sciopero

Sabato 25 Gennaio 2020
Polizia locale di Padova, bufera sui nuovi turni di lavoro: i sindacati minacciano lo sciopero
1
PADOVA - Prosegue la vertenza dei sindacati della polizia locale di Padova contro i nuovi turni di lavoro, con la minaccia di uno sciopero - che però il Prefetto ha già dichiarato non possibile - il 7 febbraio, giorno della visita del presidente Mattarella in città. Lo ha dichiarato oggi la segreteria della Uil-Fpl, che annuncia «spirito propositivo» nei prossimi incontri con l'amministrazione comunale, cui chiede «uguale disponibilità. Se il Comune si dimostrerà rigido, troverà pane per i suoi denti nelle forme e modalità che decideremo con i lavoratori».

Dal primo marzo, i turni settimanali non dovrebbero essere più di sette ore al giorno su cinque giorni, come oggi, ma di sei ore su sei giorni; in questo modo, i turni mensili al sabato saliranno da uno a tre. Giovedì scorso, di fronte a questa ipotesi, la maggioranza degli agenti ha disertato la Festa triveneta delle Polizie locali - tenutasi proprio nel capoluogo euganeo - e ha partecipato a un'assemblea sindacale che ha dichiarato lo stato di agitazione.

Uil-Fpl contesta infine al sindaco Sergio Giordani di aver «avvalorato l'immagine di collaboratori che non vogliono lavorare al sabato, trasmettendo all'opinione pubblica una versione distorta e non veritiera rispetto al ruolo della Polizia Locale». Lo sciopero è minacciato per il 7 febbraio, giorno in cui il Capo dello Stato sarà in città per inaugurare il percorso «Padova Capitale Europea del Volontariato 2020». Il Prefetto, Renato Franceschelli, tenterà una conciliazione ma ha già fatto capire che lo sciopero non si può fare, perché la comunicazione è arrivata con troppo poco preavviso. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA