Ciclista sbuca dall'Ostiglia, travolto da una Suzuki: muore sull'asfalto

Ciclista sbuca dall'Ostiglia: scontro
con la moto, muore sull'asfalto
SANTA GIUSTINA IN COLLE - Incidente mortale poco dopo mezzogiorno di oggi, 25 maggio, a Santa Giustina in Colle, nel Padovano, lungo il tracciato della frequentatissima pista ciclabile Treviso-Ostiglia.  Vittima un 76enne di Padova, Luigi Tadiello. L'incidente è avvenuto all'incrocio tra la ciclabile Ostiglia e via Ceccarello. Il ciclista usciva dalla ciclabile mentre su via Ceccarello proveniva una moto, una Suzuki, condotta da P.A.V., un 28enne di origine rumena ma residente a Loreggia.  Dopo l'impatto con la moto, il ciclista ha compiuto un volo di circa dieci metri. I soccorsi, pare chiamati dallo stesso motociclista, sono arrivati subito ma sono stati inutili: il padovano è morto sull'asfalto di via Ceccarello, in pochi minuti.

L'AGGIORNAMENTO  Luigi era sulle strisce, e attraversava la strada a piedi, con la bici alla mano

La dinamica del tragico incidente è tuttora al vaglio. La pista ciclabile Treviso-Ostiglia, realizzata sul sedime di un'ex ferrovia militare risalente alla prima metà del Novecento, ha un tracciato bellissimo e quasi perfettamente rettilineo, intersecato però spesso dalle molte strade asfaltate sorte nei decenni. La massiccia frequentazione dell'Ostiglia da parte di ciclisti, e il traffico automobilistico attuale sulle strade attraversate dall'Ostiglia, che non è più certamente quello dei primi decenni del secolo scorso, pone in tutta evidenza un problema di messa in sicurezza dei numerosissimi incroci tra l'Ostiglia e le strade che questa interseca.
 
 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 25 Maggio 2019, 12:51






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ciclista sbuca dall'Ostiglia, travolto da una Suzuki: muore sull'asfalto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 33 commenti presenti
2019-05-26 20:48:25
qualcuno mi vuole spiegare i quasi 1000 clic [tra pro e contro] quando gli iscritti a questo forum sono +/- un centinaio
2019-05-26 11:42:03
su quel rettilineo la maggior parte degli automobilisti e motociclisti corre in modo pazzesco (vi è un rilevatore di velocità; spesso supera i 100 km/h; io sono stato superato a 123 km/h). Non si rendono conto che il veicolo può essere un'arma letale. Ma guai a mettere rallentatori: gli automobilisti, elettoralmente, pesano molto di più dei ciclisti; al massimo, di questi ne muore uno ogni tanto (saranno di automobilisti tutti gli altarini presenti lungo quel rettilineo?)
2019-05-28 13:45:59
come fa a sapere di essere stato sorpassato a 123kmh? 53 km oltre il limite imposto i quel tretto? ha un autovelox personale in auto??
2019-05-26 10:30:33
E naturalmente ne' assicurazione nè compassione al motociclista che poteva restarci..
2019-05-27 09:40:39
Il ciclista stava attraversando la strada sulle strisce, accompagnando la bici a mano. Assicurazione e compassione per un assassino?