Non ce l'ha fatta l'operaia rimasta impigliata nel macchinario: Luisa muore dopo tre giorni di agonia

Il titolare dell'azienda iscritto nel registro degli indagati, sequestrato l'avvolgicavo. La triste notizia data in serata dall'amministrazione comunale di Villa del Conte sui social

Giovedì 21 Ottobre 2021
Luisa Scapin, 62 anni
2

SAN GIORGIO IN BOSCO  -  Non ce l'ha fatta la donna di 62 anni rimasta vittima lunedì di un gravissimo infortunio sul lavoro alla Filtessil di San Giorgio in Bosco. Luisa Scapin, di Villa del Conte, non è sopravvissuta alle conseguenze dell'arresto cardiocircolatorio che l'aveva colpita a causa del soffocamento provocato dal camice, rimasto impigliato in un macchinario avvolgicavo.

Un collega e i carabinieri avevano disperatamente tentato di rianimarla, ma dopo il ricovero in massima urgenza le sue condizioni non sono migliorate. Il titolare dell'azienda è stato iscritto nel registro degli indagati e il macchinario è stato sequestrato. La conferma della tragica notizia è giunta in serata dall'amministrazione comunale di Villa del Conte, che ha diramato un messaggio su facebook dando il triste annuncio ai concittadini.

La sede della Filtessil a San Giorgio in Bosco

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre, 08:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA