Domenica 12 Agosto 2018, 09:45

Lettera e proiettili al sindaco: «Stipendio rubato, tu e famiglia farete una brutta fine»

Elvy Bentani

di Camilla Bovo

SOLESINO (PADOVA) - Una lettera intimidatoria, con tanto di proiettili, al sindaco di Solesino. La busta è stata intercettata lo scorso venerdì mattina al centro smistamento di Poste Italiane a Monselice e il destinatario era Elvy Bentani, insediatosi da appena due mesi. Il sistema di sicurezza ha rilevato l'anomalia ed è subito scattata la richiesta di intervento ai carabinieri. I militari della Compagnia di Este sono prontamente intervenuti e hanno sequestrato il plico con tutto il suo contenuto. Intanto il primo cittadino, forzista ma eletto in paese con la civica Insieme per Solesino, è stato convocato in caserma ed ascoltato a lungo, dopo aver potuto prendere visione della missiva a lui destinata. La lettera riportava solo poche frasi. «Stai rubando lo stipendio», una di queste. «Tu e la tua famiglia farete una brutta fine», la minaccia finale. A renderla più concreta, i tre proiettili inseriti nella busta, a
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Lettera e proiettili al sindaco: «Stipendio rubato, tu e famiglia farete una brutta fine»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-08-12 15:02:47
Credo sia difficile per un sindaco far lavorare chi non ha nulla da fare, semplicemente perché è stato messo li in quel posto per scelte politiche e/o per clientelismo
2018-08-12 11:58:09
Visto la sua conoscenza diretta dei fatti, chiedo gentilmente delucidazioni a coppertone sull'operato del sindaco, nell'articolo non ho rilevato nulla di utile a tal riguardo. Grazie.
2018-08-12 13:08:05
volevo dire che se dopo appena due mesi dall'insediamento si è permesso di mettere mano all'organizzazione dell'amministarzione comunale e della polizia locale è un grande di solito ci mettono almeno un paio di anni per farsi comandare. questo il passo dell'articolo se non vuoi rileggerlo tutto " Il sindaco e le decisioni prese con la sua giunta, soprattutto in tema di polizia locale e riorganizzazione degli uffici comunali, potrebbero infatti aver dato fastidio a qualcuno". mi ricordo sempre il sindaco di rosà quanto ha tribolato quando ha messo delle vetrate tra i vari uffici per vedere cosa facevano gli impiegati mentre dovevano lavorare, c'è stata una mezza rivolta. o quando al mio paese si sono permessi di mettere una macchinetta automatica per il caffè in municipio: fine delle gite fuori porta al bar più lontano per la giustissima pausa caffè.
2018-08-12 10:22:54
se dopo due mesi ha già avuto il coraggio di mettere mano all'organizzazione del comune costui è da santificare subito.