Festa di compleanno e viaggi all'estero: sei focolai. Vaccini, picco di prenotazioni

Mercoledì 21 Luglio 2021 di Gabriele Pipia
Il Dg dell'Ulss Euganea Paolo Fortuna e, accanto a lui, il dg dell'Azienda ospedaliera Giuseppe Dal Ben

PADOVA - Una notizia buona e un’altra decisamente preoccupante. Emergono dal punto stampa dell’Ulss Euganea e fotografano perfettamente la situazione. La prima: dopo una brusca frenata, ora c’è una netta accelerata della campagna vaccinale padovana con un importante aumento delle prenotazioni. La seconda: è esploso un nuovo focolaio con dieci giovani positivi dopo una festa di compleanno. L’azienda sanitaria mantiene massima riservatezza e ufficialmente non comunica nemmeno il paese interessato, ma nel pomeriggio è emerso che la festa in questione è quella organizzata sabato 10 luglio in una grande casa di campagna a Montagnana dove avrebbero partecipato addirittura 35 giovani. In paese non si parla d’altro e anche il Comune è stato informato. In quarantena per ora sono finite 14 persone. Sempre da Montagnana emerge il caso di una coppia di genitori bloccata in hotel durante la vacanza in Sicilia dopo aver saputo della positività della figlia.

I NUMERI
Partiamo dalla campagna vaccinale. Il dg Paolo Fortuna annuncia che è stata superata la soglia del 50% di cittadini che hanno completato il ciclo con la doppia dose. Sugli 836mila over 12 residenti in provincia di Padova che hanno diritto al vaccino, sono 416.516 quelli immunizzati anche con il richiamo. Il 68% dei padovani ha ricevuto almeno la prima dose. L’altro ieri, intanto, sono state registrate 1.600 nuove prenotazioni, contro una media di 1.000 registrazioni dei giorni precedenti. È probabile che la volontà del governo di introdurre un Green Pass obbligatorio abbia convinto molti scettici. «Speriamo che rimanga questo trend in aumento - dice Fortuna -, l’obiettivo è vaccinare sempre di più. Ora i posti liberi sono 72mila. Questa campagna è una corsa contro il tempo. Nelle prossime settimane andremo a completare le vaccinazioni per il 70% dei residenti, essendo altri 153 mila i cittadini con appuntamento di richiamo già programmato». 
Fortuna evidenzia anche i benefici del vaccino già riscontrati: «I bassi tassi di ospedalizzazione e di ricovero confermano le aspettative: chi ha completato il ciclo vaccinale corre un rischio molto inferiore di infettarsi e uno pressoché nullo di finire ospedale, dove al momento si registrano ricoveri di soli pazienti non vaccinati. Di fronte a chi ha già effettuato il richiamo, anche le temutissime varianti fanno meno paura».

I FOCOLAI
È ripartita dunque la corsa al siero ma intanto continua a correre anche il virus. L’ultimo cluster registrato riguarda una festa di Montagnana in un’abitazione con ampio spazio esterno. Erano presenti ragazzi e ragazze (alcune si sarebbero fermate lì a dormire assieme), quasi tutte sotto i vent’anni. Almeno 10 i positivi: nessun grave sintomo, alcuni con qualche linea di febbre. Tra i positivi di Montagnana (non si sa se dopo aver partecipato alla festa o meno) c’è pure una ragazzina i cui genitori sono partiti per la Sicilia la scorsa settimana: ora sono costretti a stare chiusi in albergo. 
La dottoressa Ivana Simoncello, responsabile del Dipartimento di Prevenzione, ieri mattina ha affiancato il dg Fortuna per fare il punto della situazione sui focolai. Attualmente quelli sotto controllo in provincia sono sei, per un totale di 60 persone contagiate. Oltre a quello della festa di compleanno sono emersi anche i cluster legati a due distinti viaggi-studio da Malta e a ad una vacanza in Grecia. Sono sempre 10, intanto, i positivi legati al cluster identificato con lo Sherwood Festival di Padova. 
Complessivamente i contagiati in tutta la provincia sono 600. «Dove c’è aggregazione c’è più rischio - ricorda il dg Fortuna - Chi torna dall’estero e non è vaccinato può prenotarsi e fare vaccino assieme al tampone. Due in uno». Suona come una promozione pubblicitaria, ma è l’ennesimo tentativo di accelerare e battere il virus. 

 

Ultimo aggiornamento: 23 Luglio, 08:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA